Coronavirus, gli aggiornamenti di sabato 25 aprile: in Lombardia tornano  i mercati comunali all’aperto dal 29 aprile
Tornano in Regione i mercati scoperti

Coronavirus, gli aggiornamenti di sabato 25 aprile: in Lombardia tornano i mercati comunali all’aperto dal 29 aprile

Ora per ora tutti gli aggiornamenti sull’epidemia di Coronavirus da Monza e Brianza di sabato 25 aprile 2020.

Ora per ora tutti gli aggiornamenti sull’epidemia di Coronavirus da Monza e Brianza di sabato 25 aprile 2020.

Ore 18 La Regione Lombardia conferma il trend di contagio degli ultimi giorni, anche per Monza e Brianza.

Ore 17 Tutto quello che occorre sapere sui test sierologici (o tutto quello che si sa per ora) anche a Monza e Brianza.

Ore 16.30 Un 25 aprile anomalo quello del 2020, causa coronavirus: tra ricordi e anniversari, come quello di Giovanni Battista Stucchi, e le immagini delle cerimonie ristrette nei Comuni.

Ore 15.30 Come ci sposteremo? Un sondaggio dice, come prevedibile, che saranno meno utilizzati i mezzi pubblici. Ecco come.

Ore 14.30 Ancora annunci della Regione Lombardia: “Un pacchetto di misure per la famiglia da 16,5 milioni di euro pensato per quei nuclei che a seguito del coronavirus hanno avuto una contrazione del reddito familiare. Lo ha presentato l’assessore regionale alla Famiglia, Genitorialità e Pari Opportunità Silvia Piani. Due le linee di intervento, una per l’acquisto di beni o servizi tecnologici per la didattica a distanza per gli studenti e una per il sostegno alle rate dei mutui per la prima casa. ’Un pacchetto coraggioso e concreto - ha sottolineato Piani - così come il ’Piano Marshall’ appena approvato dalla Giunta regionale per far ripartire l’economia lombarda e non far seguire all’emergenza sanitaria anche l’emergenza economica. Tre miliardi - ha puntualizzato - per investimenti sulle infrastrutture, sulle strade, sulle scuole per dare risposte concrete ad un territorio che ha bisogno di ripartire più forte di prima”.

Ore 14 “Attraversiamo questa festa vivendo la limitazione di tante libertà, che davamo per scontate, che anche allora furono raggiunte con il sacrificio”. È il messaggio pubblicato dal presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, in occasione del 25 aprile. “Forse proprio oggi che, per tornare alla libertà, lottiamo e resistiamo contro questo maledetto virus, possiamo sentirci più vicini a chi 75 anni fa lottò per un Paese libero e democratico. Nostro malgrado la Lombardia è protagonista di questa resistenza. Voglio dirvi la verità: qualcuno credeva che gli italiani e i lombardi non avrebbero saputo rispettare le limitazioni. Si sbagliavano. Il senso di responsabilità collettiva ha prevalso”.

Ore 13 Una nota della Regione Lombardia: “Altri due importanti provvedimenti, su proposta dell’assessore allo Sviluppo Economico Alessandro Mattinzoli e con il concerto dell’assessore al Turismo Lara Magoni, sono stati approvati nei giorni scorsi dalla Giunta di Regione Lombardia a favore delle micro, piccole e medie imprese e dei professionisti. Con una dotazione di oltre 115 milioni, le misure rispondono all’esigenza rispondere all’esigenza di liquidità causata dall’emergenza sanitaria ed economica Covid 19. La prima prevede la modifica e l’incremento della dotazione finanziaria della misura ’Credito Adesso’. La seconda istituisce ’Credito Adesso Evolution’. Le modifiche sostanziali riguardano l’allargamento della platea dei beneficiari (per esempio ristoranti, esercizi commerciali, distributori carburanti, età), la riduzione dell’importo minimo del prestito richiesto, l’abbattimento dei tassi d’interesse e l’allungamento dei tempi di restituzione del finanziamento”.

Ore 12.30 “Buona Festa della Liberazione! ProculturA Monzese riconosce da sempre la Costituzione Italiana come uno dei testi di riferimento per la ricerca del Vero, del Bene e del Bello. Oggi, 25 aprile 2020, facciamo nostre le parole del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella: “Fare memoria della Resistenza, della lotta di Liberazione, di quelle pagine decisive della nostra storia, dei coraggiosi che vi ebbero parte, resistendo all’oppressione, rischiando per la libertà di tutti, significa ribadire i valori di libertà, giustizia e coesione sociale, che ne furono alla base, sentendoci uniti intorno al Tricolore.”

Ore 12.15 Ripartenza, tamponi, test sierologici, vaccino, mascherine. C’è tutto quello che serve sapere in vista del 4 maggio nel colloqui serale tra il sindaco di Seregno Alberto Rossi e Paolo Viganò, primario delle malattie infettive dell’Ospedale di Legnano. Un collegamento via social che è servito per fare il punto della situazione sull’emergenza Coronavirus e sulla prossima ripartenza programmata per lunedì 4 maggio. LEGGI LA NOTIZIA E GUARDA LA DIRETTA

Ore 11.30 In vista della prossima graduale apertura e, dopo aver distribuito circa 330.000 mascherine agli addetti delle aziende del trasporto pubblico locale comprese Trenord e Fnm, 100mila alle forze di Polizia locale e agli addetti alla sicurezza, nei giorni scorsi un altro milione è stato riservato agli addetti delle aziende di ristorazione e delle ditte di pulizie operanti negli ospedali lombardi. Ora è in arrivo la fornitura di altri 4,5 milioni di pezzi. «Con qeusti siamo arrivati a distribuire 13 milioni di mascherine» ha detto l’assessore al Territorio e Protezione civile, Pietro Foroni.

Ecco nel dettaglio le mascherine in consegna:

Bergamo 368.000

Brescia 400.000

Como 190.000

Cremona 120.000

Lecco 108.000

Lodi 90.000

Mantova 134.000

Milano (solo Provincia) 1 milion

Monza 270.000

Pavia 180.000

Sondrio 60.000

Varese 280.000

Milano (Città) 300.000

(+ 1 milione alle aziende di ristorazione e pulizie)

Ore 10.15 Dopo un’indagine sui fabbisogni della comunità lombarda, hanno allestito un progetto di consegna di derrate alimentari alla Caritas Ambrosiana per distribuirle nei territori maggiormente in difficoltà. Attiva anche una raccolta di pc e tablet usati da consegnare agli studenti per la didattica a distanza. LEGGI LA NOTIZIA

Ore 9.30 Sarebbero 45.500 le persone che attualmente si spostano per lavoro in Lombardia a rischio Covid. La stima si ricava dai dati raccolti da AllertaLom l’ app della Regione Lombardia per il tracciamento del contagio e contenuti in un report della Regione pubblicato dal Corriere della Sera.

Ore 9 Via libera all’ordinanza regionale che, a partire dal 29 di aprile, dà facoltà ai Comuni di riaprire massimo 2 mercati scoperti. «Si tratta un tema - spiega il vice capogruppo della Lega al Pirellone, Andrea Monti - di cui mi sono interessato fin da subito e sono soddisfatto del risultato ottenuto e della decisione di Regione Lombardia. Finalmente, dal 29 di aprile, potranno ripartire i mercati all’aperto, seppur solo di bancarelle alimentari. È una grande risposta ad una categoria in enorme sofferenza, che aspettava da tempo questa notizia. Invito tutti gli operatori del settore a dare una mano e sostenere le amministrazioni ad allestire i mercati nella nuova configurazione, nella speranza che tutti i Comuni aderiscano - conclude l’esponente lombardo della Lega - per dare una boccata d’ossigeno ai nostri commercianti».


© RIPRODUZIONE RISERVATA