“La metto sotto con la macchina”, arrestato per stalking a Monza

Avrebbe dovuto starle a almeno 100 metri di distanza, invece ha assediato la ex moglie che ha chiesto l'intervento della polizia
Polizia di Stato Monza
Polizia di Stato Monza

Nonostante su ordine del giudice dovesse stare ad almeno cento metri di distanza dai luoghi frequentati dalla ex moglie, domenica sera, 26 giugno, le si sarebbe comunque avvicinato e avrebbe minacciato e ingiuriato la donna che ha chiesto l’intervento della polizia. Agenti della Squadra Volanti di Monza sono intervenuti presso un locale di giochi e scommesse in città dove sarebbe accaduto l’episodio. Lì i poliziotti hanno trovato l’uomo, un 41enne italiano, risultato appunto colpito dalla misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla ex moglie in vigore dal 3 giugno, applicata dal Tribunale di Monza a seguito di querela per maltrattamenti ed atti persecutori che sarebbero iniziati tre anni fa.

Arrestato per stalking a Monza, avrebbe dormito in auto sotto la casa della ex

Ciò nonostante, secondo quanto raccontato dalla presunta vittima e da alcuni testimoni, l’uomo l’avrebbe comunque molestata e minacciata, tanto da essere arrestato per la violazione della misura decisa dal Tribunale. I poliziotti hanno ricostruito altri episodi accaduti nelle ultime settimane: sin dai primi giorni successivi all’applicazione della misura cautelare, l’uomo avrebbe infatti pedinato la donna, dormito in auto sotto la sua abitazione, citofonato insistentemente e l’avrebbe indirettamente minacciata, parlando con amiche o conoscenti, di “metterla sotto con la macchina” o “mandarla all’ospedale”. Non solo, varie volte il 41enne si sarebbe presentato sul posto di lavoro dell’ex moglie, tanto da costringerla a chiedere di essere trasferita presso altre sedi. Un vero e proprio “assedio” quello dell’uomo che avrebbe generato nella vittima: “un timore fondato per la propria incolumità e per quella delle sue amiche, costringendola ad uscire di casa raramente e sempre accompagnata” dicono dalla Questura.

Arrestato per stalking a Monza, tradotto in carcere

Convinto che l’ex moglie avesse una relazione con un frequentatore del locale di giochi e scommesse, si sarebbe inoltre presentato nella sala intimando al presunto amante di lasciare perdere la donna. Sussistendo la flagranza del reato di atti persecutori e considerato il rischio elevato di una sua prosecuzione il 41enne è stato tratto in arresto e tradotto nella Casa Circondariale di via Sanquirico a disposizione della Procura della Repubblica di Monza.