Monza, dall’1 novembre basta ai divieti di sosta per lavaggio strade
Conferenza stampa bando raccolta rifiuti (Foto by Fabrizio Radaelli)

Monza, dall’1 novembre basta ai divieti di sosta per lavaggio strade

Dall’1 novembre Monza dice addio ai divieti di sosta per lavaggio strade. È la novità più eclatante tra i servizi introdotti nel nuovo appalto con l’impresa Sangalli.

Dall’1 novembre i monzesi non dovranno più preoccuparsi di spostare l’auto per il lavaggio strade. Niente più multe per divieto di sosta nei giorni di pulizia. È la novità più “roboante” – come l’ha definita il sindaco, Dario Allevi – tra i servizi introdotti nel nuovo appalto con l’impresa Sangalli.

La novità riguarderà tutte le strade di Monza. Per evitare di lasciare libere intere zone di parcheggio ogni settimana, garantendo comunque un risultato ottimale, verranno impiegate spazzatrici con lance per il manto stradale e mini spazzatrici per le piste ciclabili e i vicoli più stretti.

LEGGI Monza, il Tar conferma l’appalto dei rifiuti alla Sangalli: cosa cambia per cittadini e aziende

«È un impegno che avevamo preso con i cittadini, che era presente nel nostro programma elettorale», ha spiegato Allevi.

cam centro ambientale mobile monza

cam centro ambientale mobile monza

Ma sono tante le novità presenti nel nuovo capitolato. A partire dalla presenza più puntuale di operatori in servizio nelle vie del centro storico: dalle 12 alle 18 e dalle 18 alle 24, per coprire anche le vie della movida. Sempre nel centro storico verranno installati 150 nuovi cestini destinasti alla raccolta differenziata, con coperchio e posacenere, mentre nelle zone periurbane si provvederà alla sostituzione di tutti i contenitori danneggiati.

Un’altra grossa novità riguarda l’introduzione del Centro ambientale mobile (Cam), un container attrezzato per la raccolta dei rifiuti, che girerà nei quartieri, seguendo il calendario dei mercati rionali.

Il piano di comunicazione della nuova campagna di raccolta è già partito lo scorso 6 ottobre. Un’altra novità riguarda il canale Telegram a cui potranno accedere i cittadini per poter avere informazioni aggiornate, mentre le segnalazioni potranno essere fatte tramite mail o utilizzando il numero Whatsapp.

Da venerdì 15 ottobre inizia la distribuzione porta a porta a tutte le famiglie monzesi del kit per la nuova raccolta differenziata e le linee guida operative. Un primo step che porterà poi, a partire dal 15 gennaio, alle nuove modalità di raccolta differenziata e progressivamente alla tariffazione puntuale e personalizzata della frazione indifferenziata prodotta da ciascun utente.

Il 22 ottobre faranno il loro debutto anche dieci piccole isole ecologiche, che saranno installate in corrispondenza dei centri civici.

Il nuovo appalto porterà anche all’introduzione della raccolta differenziata all’interno del parco monumentale e della Villa reale a partire dal 2022.

Lo scopo è quello di riuscire a differenziare il più possibile per arrivare a un autentico recupero circolare. Si potranno quindi differenziare scarpe usate, tessuti, elettrodomestici e persino alberi di Natale. Nei mesi di dicembre e gennaio la Sangalli provvederà al ritiro di quelli naturali che saranno ripiantati, se ancora in buono stato.

La presentazione delle novità è stata l’occasione per ringraziare i 167 operatori della Sangalli che operano sulle strade, a servizio della collettività.

«I mesi della pandemia hanno portato a un intenso lavoro di ascolto e collaborazione tra l’amministrazione e l’azienda Sangalli, e dopo tre anni di attesa finalmente presentiamo ai cittadini una nuova modalità di raccolta dei rifiuti che possa rendere Monza più decorosa, bella e vivibile», ha aggiunto l’assessore all’Ambiente, Martina Sassoli.


© RIPRODUZIONE RISERVATA