Coronavirus, gli aggiornamenti di lunedì 30 marzo: cresce il  numero dei decessi ma anche quello dei guariti; è morto don Pino, ex parroco di Concorezzo; il messaggio di Donnarumma
Coronavirus ospedale Vimercate (Foto by Martino Agostoni)

Coronavirus, gli aggiornamenti di lunedì 30 marzo: cresce il numero dei decessi ma anche quello dei guariti; è morto don Pino, ex parroco di Concorezzo; il messaggio di Donnarumma

Ora per ora, gli aggiornamenti sull’epidemia di Covid 19 nel territorio di Monza e Brianza per lunedì 30 marzo 2020. È la sesta settimana di emergenza in Lombardia.

Ora per ora, gli aggiornamenti sull’epidemia di Covid 19 nel territorio di Monza e Brianza per lunedì 30 marzo 2020. È l’inizio della sesta settimana di emergenza in Lombardia, quella che potrebbe dare indicazioni importanti sul trend dei contagi.

Ore 21.30 Altre foto di arcobaleni inviate dai lettori a #ilCittadinoMb: con la seconda gallery completata sono 200 le immagini pubblicate. E ne mancano ancora (con un po’ di pazienza arrivano tutte). GUARDA le foto (VAI)

Ore 21 Sono 36 a Monza le persone morte per conseguenze del coronavirus dall’inizio dell’emergenza sanitaria. Lo fa sapere il sindaco Dario Allevi alla vigilia del minuto di silenzio in memoria delle vittime. Martedì alle 12. Alla stessa ora la città invoca San Gerardo. LEGGI la notizia (VAI)

Ore 20 L’ospedale realizzato nella Fiera di Milano al Portello per l’emergenza Coronavirus è praticamente pronto per entrare in funzione: martedì l’inaugurazione, poi una settimana per accogliere i primi pazienti. Alla realizzazione ha lavorato il Gruppo Sapio di Monza. LEGGI la notizia (VAI)

Ore 19.30 «Venti persone sono risultate positive al tampone a Veduggio con Colzano e 55 in sorveglianza attiva. Tre i decessi, due negli ultimi giorni». Lo ha detto il sindaco Luigi Dittonghi.

Ore 19 Si moltiplicano le iniziative di solidarietà nell’emergenza. Ad Arcore il Panificio di via Cavour ha annunciato sul gruppo facebook Sei di Arcore Se che “dopo le 13 lascerà fuori buste con pane per chi ha bisogno”.

Ore 18.30 Coronavirus, l’aggiornamento di Regione Lombardia: lunedì 30 marzo +97 casi a Monza e in Brianza (2.362) LEGGI anche la notizia (VAI)

Ore 18 Lutto alla St di Agrate Brianza: sabato è morto un dipendente che il 23 marzo era risultato positivo al coronavirus. L’uomo aveva lavorato in ufficio fino alla fine di febbraio. LEGGI la notizia (VAI)

Ore 16.30 L’aggiornamento dell’assessore Giulio Gallera (Welfare) sulla situazione del Coronavirus è in programma alle 17.15. Oltre che sui canali istituzionali è possibile seguirla su www.ilcittadinomb.it.

Ore 16 Ats e Regione Lombardia invitano a riportare in farmacia le bombole di ossigeno non più in uso o esaurite per far fronte alla carenza nei giorni dell’emergenza coronavirus. Lo stesso appello nei giorni scorsi dal Gruppo Sapio. LEGGI la notizia (VAI)

Ore 15 Sono state fissate le nuove date delle Olimpiadi rimandate a causa dell’emergenza Coronavirus: i Giochi di Tokyo 2020 si svolgeranno dal 23 luglio all’8 agosto 2021. A seguire le Paralimpiadi.

Ore 14.30 Sono più di 6.300 le persone poste in sorveglianza da inizio epidemia sul territorio di competenza di Ats Brianza (Monza Brianza e Lecco), contattate quotidianamente grazie all’impegno di più di 100 operatori Ats, con un volume di circa 70 telefonate al giorno ciascuno. Lo fa sapere l’Agenzia di tutela della salute.

Ore 13.40 «Non so se è una mia impressione, ma stamattina mi è sembrato di vedere più persone in giro. Come se le buone, anzi discrete, notizie degli ultimi giorni abbiano dato l’input di non dover più proseguire con le buone manovre. No. Non ho ancora i dati ufficiali, ma stiamo proseguendo sulla buona strada: non stiamo andando avanti nella progressione. Non è il momento di abbassare la guardia». Lo ha detto il presidente della Regione Attilio Fontana nell’aggiornamento quotidiano.
Fontana ha sottolineato che, in accordo con altre Regioni, la Lombardia chiederà di mantenere le misure attuali e più rigorose.

Ore 13 Dopo Linus, Albertino e il maestro Riccardo Chailly, anche il portiere del Milan e della Nazionale Gigi Donnarumma ha inviato un messaggio ai cittadini di Paderno Dugnano (ma non solo). Un invito rivolto soprattutto ai giovani. Tutti i video sono qui.

Ore 12.30 È morto don Pino Marelli, ex parroco di Concorezzo. Era ricoverato all’ospedale Bassini di Cinisello Balsamo ed era risultato positivo al coronavirus. LEGGI la notizia (VAI)

Ore 12 Anche la Brianza ha risposto all’appello: martedì 31 marzo alle 12, bandiere a mezz’asta nelle sedi municipali e un minuto di silenzio con i sindaci in fascia tricolore davanti al proprio Comune. È l’iniziativa promossa dal Presidente della Provincia di Bergamo per commemorare le vittime di questa epidemia a cui Anci Lombardia ha subito aderito allargando l’invito a tutti i sindaci lombardi.

Ore 11.30 Il capo della Protezione civile Angelo Borrelli ha firmato l’ordinanza che stanzia 400 milioni ai Comuni per distribuire aiuti alimentari a chi ne ha bisogno. Il testo finale conferma che il contributo per ciascun comune non possa essere inferiore a 600 euro. L’80% del totale, 320 milioni, viene ripartito tra le amministrazioni in base alla popolazione, mentre il 20%, 80 milioni, viene distribuito in base alla differenza tra il reddito pro capite e il reddito medio nazionale. I Comuni possono distribuire i 400 milioni stanziati dal governo per l’acquisto di buoni spesa - prevede l’ordinanza - utilizzabili per l’acquisto di generi alimentari o per comprare e distribuire direttamente generi alimentari e prodotti di prima necessità. Nel testo non viene specificato l’importo dei buoni spesa. LEGGI la notizia e quanto spetta alla Brianza (VAI)

Ore 11.15 «In Lombardia stiamo notando una flessione nel numero di casi, ma soprattutto nella pressione sui pronto soccorso e sulle azioni delle ambulanze. Negli ultimi quattro giorni è cambiato molto». Lo ha detto l’assessore al Welfare di Regione Lombardia, Giulio Gallera, collegandosi lunedì mattina con Mattino Cinque, su Canale5.
«Questo è un segno che il grande sforzo che facciamo tutti, al di là di qualche idiota, sta funzionando. Venerdì, all’ospedale Sacco di Milano, hanno avuto 39 nuovi accessi per coronavirus. Sabato sono stati 7 e domenica 9. È un caso, non è un dato che riguarda tutti i presidi, ma la riduzione della pressione c’è. Ed è un risultato assolutamente positivo», ha concluso.

Ore 11 A Bellusco si aggiorna il numero delle vittime, salite di due. Il sindaco Mauro Colombo ha comunicato di «25 casi positivi, di cui sette deceduti. Invariati i casi positivi del Centro Maria Bambina. Una parte dei malati è a casa, molti sono in ospedale. Sono diversi i cittadini in sorveglianza attiva».
Il sindaco di Ornago Daniel Siccardi: «Delle 10 polmoniti in corso di accertamento, 5 sono risultate positive, portando i nostri casi ad un totale di 22 persone coinvolte. Purtroppo, mi duole comunicare, che anche un minore è risultato positivo al Covid-19 e voglio rassicurarvi nel dirvi che sono stati attivati tutti i protocolli previsti per la quarantena e la sorveglianza attiva».
Ma ha anche sottolineato: «Sono stati fatti moltissimi inviti a restare a casa. Molti hanno preso alla lettera tali richieste, altri invece hanno continuato la loro vita di sempre, disinteressandosi degli effetti che queste scelte avrebbero provocato, sulla loro salute in primis, ma anche su quella di tutti gli altri. In questo ultimo periodo sembrava che tutti avessero capito, ma poi, al primo weekend con temperature più miti, riecco moltissime persone in giro su ciclabili, sentieri e aree verdi. Siamo dovuti intervenire nuovamente, ma tutto ciò ha comportato una perdita di tempo, che dovrebbe essere dedicata alle persone che in questo momento sono in difficoltà, dovrebbe essere dedicata ad un’emergenza che dobbiamo contrastare e bloccare in tutti i modi possibili. Capisco l’enorme sacrificio ma occorre restare a casa!».
Il sindaco di Cavenago di Brianza Davide Fumagalli: «Altri 3 concittadini sono risultati positivi al Covid-19 e sono attualmente ricoverati presso struttura ospedaliera, per un totale di 32 contagi sul nostro territorio».

Ore 10.30 Le attuali misure di rigore ed isolamento «saranno necessarie ancora per settimane, ma quando si avrà la riapertura del Paese sarebbe opportuno effettuarla gradualmente per quanto riguarda le aziende, sulla base dell’utilità sociale delle produzioni. Opportuno sarebbe anche prevedere una tempistica differenziata per il ritorno alla vita sociale e l’uscita da casa, con le fasce anziane e fragili che andrebbero protette in modo particolare». Lo ha detto all’Ansa il virologo Fabrizio Pregliasco.

Ore 10 Il Centro di Servizio per il volontariato sta collaborando con Ospedale di Monza e Protezione civile per misurazione temperatura ai varchi degli ingressi al personale sanitario e cerca volontari per il mese di aprile. Tre i turni da coprire, secondo disponibilità: 6.30 -9.30; 12-15.00; 19-21. Il Csv specifica che è una attività svolta “ in sicurezza nei corridoi bianchi ospedale con protezioni ffp2 e guanti”. Per candidarsi: [email protected]

Coronavirus Monza misurazione temperatura ospedale San Gerardo

Coronavirus Monza misurazione temperatura ospedale San Gerardo

Ore 9.30 L’aggiornamento serale dei sindaci purtroppo aggiorna anche il numero dei decessi ma anche quello delle guarigioni. Il sindaco di Seregno Alberto Rossi a mezzanotte ha comunicato: «Il numero dei contagiati a Seregno è salito a 80, con 7 decessi e 3 guarigioni. Non sono un numero, sono storie, volti, rapporti, famiglie, ognuna con le sue fatiche, le sue esigenze specifiche, le sue attenzioni speciali. Inizia una settimana con un po’ di “tamponi di controllo” per situazioni in miglioramento, e ci auguriamo di poter aumentare di un po’ il numero dei guariti a breve».
Il sindaco di Muggiò Maria Fiorito: «Il quinto fine settimana dall’inizio di questa emergenza si chiude con numeri che fanno davvero stringere il cuore: tre nostri concittadini ci hanno lasciato. Sono quindici in totale dall’inizio della pandemia. Il report inviato dalla prefettura segnala 58 persone positive al Covi19, 41 in sorveglianza attiva. A tutte queste famiglie va la nostra vicinanza».
Il sindaco di Varedo Filippo Vergani: «Devo purtroppo comunicarvi che il numero dei Varedesi deceduti è oggi salito a 7. Trenta sono i nostri cittadini risultati positivi da inizio emergenza: dai dati ricevuti non siamo a conoscenza di eventuali guarigioni. 23 coloro che sono in sorveglianza attiva domiciliare».

Il sindaco di Monza Dario Allevi: «Oggi siamo arrivati a 394 monzesi contagiati: i dati che mi arrivano dalle autorità sanitarie mi colpiscono ogni giorno, perché so bene che dietro a ogni singolo numero c’è un malato, un’intera famiglia, amici, colleghi che soffrono e che vivono giorni di dolore, di angoscia e di grande preoccupazione. Ognuno di noi è stato toccato da vicino».
Il sindaco di Carate Brianza Luca Veggian: «Sono 35 le persone positive al Covid-19, 39 le persone in sorveglianza attiva. Registriamo però 4 concittadini in via di guarigione: una bella notizia, che ci rincuora. La situazione è molto grave: quando stiamo per intraprendere un’azione non necessaria, pensiamo a tutte quelle persone in difficoltà colpite duramente da questo virus. Restiamo a casa e usciamo solo per motivi di lavoro o necessità legate alla salute!»


© RIPRODUZIONE RISERVATA