Coronavirus, l’appello: «Restituite le bombole di ossigeno vuote o non più in uso»
Coronavirus bombola ossigeno nell’appello di Sapio

Coronavirus, l’appello: «Restituite le bombole di ossigeno vuote o non più in uso»

Ats e Regione Lombardia invitano a riportare in farmacia le bombole di ossigeno non più in uso o esaurite per far fronte alla carenza nei giorni dell’emergenza coronavirus.

L’appello è urgente e i sindaci di Monza e Brianza lo stanno rilanciando già da diversi giorni: Ats e Regione Lombardia invitano a riportare in farmacia le bombole di ossigeno non più in uso o esaurite.

“C’è una grande carenza di bombole di ossigeno. Senza i vuoti non è possibile ricaricarne di nuove e quindi distribuirle a chi ne ha bisogno”, è la spiegazione.

Una richiesta diffusa anche dal Gruppo Sapio che rilancia l’hashtag #vuotanonserve e ha attivato il form per segnalare i vuoti e organizzare la consegna (il form è qui). Sapio ha lavorato alla realizzazione del nuovo ospedale in Fiera a Milano.


© RIPRODUZIONE RISERVATA