Frontale in galleria in Valassina: morte due donne, ferito un seregnese di 47 anni

È un 47enne di Seregno l'unico superstite di un incidente frontale avvenuto sulla Valassina causato da una vettura in contromano: due morti.
Una delle auto coinvolte nel sinistro

È un 47enne di Seregno l’unico superstite del gravissimo incidente stradale avvenuto nel tardo pomeriggio di mercoledì 19 ottobre lungo la Statale 36, nella galleria di Dervio, nel Lecchese. A causa di uno scontro frontale due donne di origine senegalese, residenti a Garlate, hanno perso la vita. Il seregnese è stato invece ricoverato in codice giallo all’ospedale di Gravedona. Il gravissimo sinistro è avvenuto lungo la carreggiata nord della Statale 36, nel tratto compreso fra lo svincolo di Bellano e quello di Dervio.

Frontale in galleria, vittime madre e figlia: cosa è accaduto

Le due vittime, madre e figlia di 56 e 27 anni da una prima ricostruzione stavano viaggiando su una Dacia Duster: verosimilmente, forse perché si è accorta di aver superato un’uscita o di aver imboccato Valassina nella direzione opposta a quella di destinazione, la conducente 27enne ha effettuato una inversione all’interno della galleria e l’ha percorsa in senso contrario, forse ignara che il tratto fosse a due corsie per senso di marcia. La Dacia si è quindi scontrata frontalmente contro un’Audi con al volante il 47enne brianzolo che procedeva nel corretto senso di marcia. La Duster è finita contro la parete laterale della galleria.

Frontale in galleria: il seregnese sotto choc all’ospedale di Gravedona

Scattato l’allarme sul posto si è portato personale di soccorso inviato dal 118, con i Vigili del fuoco e la Polizia stradale. Le due donne erano purtroppo già decedute. Il seregnese ha riportato un trauma al torace e un arto inferiore. In stato di choc ed è stato portato in codice giallo all’ospedale di Gravedona in ambulanza. La Polizia stradale ha subito chiuso l’accesso alla superstrada deviando il traffico sulla viabilità locale per consentire i soccorsi, i rilievi e la rimozione dei mezzi. Per la ricostruzione dell’accaduto potrebbero rivelarsi fondamentali le immagini delle telecamere del tratto della Valassina interessato.