Sipario su Caravaggio a Monza:  la  mostra chiude con più di 40mila visitatori
Monza, l’ultima ora di visita al dipinto del Caravaggio in Villa reale (Foto by Fabrizio Radaelli)

Sipario su Caravaggio a Monza: la mostra chiude con più di 40mila visitatori

LE FOTO - Quota 40mila ampiamente superata. Tanti sono stati i visitatori che in 29 giorni hanno sfilato davanti alla Flagellazione di Cristo di Caravaggio in esposizione gratuita nel salone delle feste della Villa reale di Monza. Rivivi il mese di mostra.

Quota 40mila ampiamente superata. Tanti sono stati i visitatori che in 29 giorni hanno sfilato davanti alla Flagellazione di Cristo di Caravaggio in esposizione gratuita nel salone delle feste della Villa reale di Monza. La seconda volta consecutiva di un’opera di Merisi in città: nel 2015 era stato il “San Francesco in mediatazione” in Brianza per due settimane, sempre per iniziativa di Consorzio e il Cittadino di Monza. E visto da 20mila persone.

LEGGI e GUARDA Caravaggio a Monza: video e notizie di un mese di esposizione

GUARDA La lectio magistralis di Vittorio Sgarbi

LEGGI Il ritorno di Caravaggio a Monza: l’opera anche in tecnologia 3D per il pubblico non vedente

LEGGI Caravaggio a Monza, la visita di Alfonso: «Cieco dalla nascita, così ho visto il quadro con le dita»

GUARDA Le foto di un mese di mostra alla Villa reale

La mostra era stata inaugurata nel pomeriggio di mercoledì 16 marzo, col dipinto arrivato il giorno precedente dal Museo nazionale di Capodimonte. Già nella prima domenica era stato superato il muro di 2mila visitatori. Ma i numeri sono lievitati con il fine settimana di Pasqua e con la lectio magistralis di Vittorio Sgarbi: quasi 6mila visite nei giorni di festa e 2.500 in occasione della visita del noto critico d’arte. Il record spetta comunque a venerdì 15 aprile (giornata di apertura prolungata fino alle 22) con 2.651 ingressi e code nel cortile d’onore della Reggia per accedere alla visita guidata nella sala. Che non hanno comunque scoraggiato chi ha voluto visitare l’esposizione.

Il sipario è calato domenica 17 aprile. I numeri dicono che è stato un successo. Altre novità, come l’allestimento dell’opera in 3D per il pubblico non vedente, non possono che confermarlo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA