Monza: gli stati generali dell’emergenza in autodromo (con lezioni salvacuore)
Emerlab a Monza (Foto by Fabrizio Radaelli)

Monza: gli stati generali dell’emergenza in autodromo (con lezioni salvacuore)

Da venerdì 4 a domenica 6 maggio all’autodromo di Monza torna Emerlab, gli stati generali dell’emergenza urgenza e protezione civile con convegni, esercitazioni, formazione ed eventi aperti al pubblico.

Torna la manifestazione dedicata al mondo della protezione civile e della sicurezza: per il quinto anno consecutivo Emerlab popolerà gli spazi dell’autodromo per un susseguirsi di eventi, convegni, esercitazioni e sessioni formative. L’appuntamento, rivolto alle istituzioni e ai professionisti del soccorso, agli enti e ai volontari, prenderà il via venerdì 4 maggio, e si aprirà a tutti gli interessati - singoli cittadini, famiglie e bambini - nelle giornate di sabato e domenica. Media partner dell’iniziativa il Cittadino di Monza e Brianza.

«Si tratta di un’occasione di confronto e di crescita - ha spiegato Mario Stevanin, responsabile comunale della protezione civile - una manifestazione di educazione e di impegno civile». E, a proposito di formazione: «Forse il colpo d’occhio più grande, quello che racconterà al meglio il senso della manifestazione - ha anticipato Stevanin - sarà la formazione di mille ragazzi delle scuole superiori di Monza alla rianimazione cardiopolmonare e all’uso del defibrillatore: è in calendario sabato mattina, a partire dalle 9, sulla griglia di partenza dell’autodromo. Sarà realizzata grazie alla collaborazione dell’Agenzia regionale emergenza e urgenza della Lombardia e a tante realtà del territorio attive nel settore».

Emerlab al parco

Emerlab al parco
(Foto by Fabrizio Radaelli)

Il programma è serrato: sei i convegni per gli addetti ai lavori - da “Il nuovo codice della protezione civile e il mondo del volontariato” a “Il ruolo dei comuni e delle polizie locali nella gestione degli eventi a rilevante impatto locale” -, due le esercitazioni logistiche e idrogeologiche, due anche corsi “open” rivolti a tutti e altrettante esposizioni: il programma dettagliato della kermesse è disponibile sul sito emerlab.it. «Diversi comitati locali della Croce Rossa attivi sul territorio della provincia - ha spiegato Stevanin - approfondiranno alcuni aspetti relativi a “La resilienza nella famiglia e la realizzazione di un piano di emergenza”: lo faranno sabato mattina nella biblioteca del Mirabello.

Nell’area espositiva dell’autodromo, invece, in mostra tanti mezzi di soccorso, dai camion dei vigili del fuoco alle ambulanze, e anche un vero e proprio campo soccorritori, dove i visitatori potranno entrare nelle tende allestite dalla protezione civile». La due giorni sarà utile anche a tutti gli interessati a entrare a far parte del gruppo dei volontari di protezione civile: il nuovo corso di formazione per volontari è stato presentato alla metà di aprile e ha attirato l’interesse di una cinquantina di persone, monzesi e brianzole. «In occasione di EmerLab - ha precisato Stevanin - potranno proseguire gratuitamente l’attività di formazione». L’inaugurazione è prevista alle 12.30 di sabato 5 maggio presso il Paddock 1, quando il sindaco Dario Allevi taglierà ufficialmente il nastro.

E poi largo ai più piccoli e ai loro genitori: in programma tanti giochi e laboratori per far conoscere il lavoro svolto da tutti i componenti del sistema di protezione civile. «Con la collaborazione dei vigili del fuoco prenderà vita Pompieropoli: sabato si potrà giocare con i gonfiabili e domenica si potrà provare l’esperienza di diventare “Pompiere per un giorno”. Non mancherà l’esposizione dei mezzi storici, grazie alla collaborazione dei volontari dell’associazione nazionale dei vigili del fuoco - ha elencato Stevanin - E poi ci sarà spazio per le attività di educazione stradale realizzate a cura del corpo della polizia locale di Monza».

Per celebrare i 150 anni dalla fondazione del corpo della locale, sarà anche allestita la mostra fotografica Ipa di Alfredo Pirola “150 anni nella storia per tutelare la città”. Tra le mascotte della manifestazione non poteva mancare “Civilino”, protagonista anche di alcuni cartoni animati educativi sui rischi legati al terremoto, alle alluvioni e agli incendi: inviterà i bambini a giocare con i volontari della protezione civile e ad avvicinarsi alle loro attività.

«L’attività organizzata invece da Croce Rossa - ha aggiungo ancora Stevanin - vuole fornire a bambini e ragazzi indicazioni utili ad individuare alcuni dei rischi del territorio e ad assumere atteggiamenti e comportamenti efficaci a favorire la risoluzione di vari problemi che si possono riscontrare con l’esposizione ad un evento critico». In programma, poi, dimostrazioni cinofile e gazebo informativi sulla sicurezza in casa e in auto grazie alla collaborazione dell’associazione “Italia Loves Sicurezza”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA