Giornate sportive seregnesi: un weekend in vetrina per oltre venti società cittadine
Seregno - L'edizione delle Giornate sportive seregnesi del 2018 (Foto by Paolo Colzani)

Giornate sportive seregnesi: un weekend in vetrina per oltre venti società cittadine

Appuntamento a Seregno: sabato 21 e domenica 22 settembre tornano le Giornate sportive seregnesi. Tra centro città e il parco alla Porada coinvolte oltre venti società.

Le Giornate sportive seregnesi, tradizionale appuntamento che caratterizza l’avvio della stagione sportiva in città, taglieranno sabato 21 e domenica 22 settembre il traguardo della diciassettesima edizione.

La novità della Seregno Sport Week, il contenitore di iniziative che ha occupato la scena in giugno, non ha infatti mandato in soffitta la manifestazione, che i sodalizi considerano un utile veicolo per la promozione della loro attività. All’appello lanciato dall’amministrazione comunale e dalla Consulta dello sport hanno aderito in questa circostanza ventisette realtà: Gruppo sportivo Avis, Centro cultura sport, Top Ring, Erreci Progetto Tennis, Seishin do, 2008 Lazzaretto, Salus ginnastica, Unione sportiva Lombarda, Basket San Rocco, Basket Seregno, Gruppo Camosci, Movit, Sci Club Snow Time, Associazione italiana arbitri di calcio, Asd 5 Cerchi, Sant’Ambrogio-Centro difesa personale, Uniaks, Postural Lab, No Standing, Majestic Volley, Tennis Club Seregno, Mirò Dance, Seregno Hockey 2012, Sakura, Sincro Seregno, Valxer Triathlon e Polisportiva G XXIII pattinaggio.

Il programma è articolato in due momenti distinti tra loro. Sabato 21 il sipario sulla kermesse si alzerà nel cuore del centro storico, dove le associazioni sistemeranno i loro banchetti informativi e saranno disponibili all’incontro con la popolazione tra le 10.30 e le 19. Il giorno successivo, invece, il parco “2 giugno” alla Porada accoglierà gli aderenti a partire dalle 9.30 e fino alle 19.

«Nonostante il periodo dell’inizio della stagione sia carico di impegni per le società sportive -ha commentato Paolo Cazzaniga, presidente della Consulta dello sport ed anima della macchina organizzativa - in molte non hanno voluto mancare a questo appuntamento, che consente alle diverse realtà operanti sul territorio di farsi conoscere e cercare di invogliare i giovani alla pratica sportiva».

Il focus si è infine concentrato sulle scelte operative: «Considerato il successo dello scorso anno, quando le associazioni per la prima volta hanno animato i viali del parco della Porada, la Consulta ha deciso all’unanimità di riproporre una location che permette di intercettare non solo coloro che sono a conoscenza della manifestazione, ma anche i normali fruitori del più grande spazio verde locale. Inoltre, il giorno precedente saremo presenti nel centro storico, in una data che è stata scelta per approfittare della riapertura delle scuole».


© RIPRODUZIONE RISERVATA