Besana in Brianza, riflettori sui ragazzi registi del video “Una città da scoprire”
Besana in Brianza Giovani in Villa con assessore regionale Bolognini

Besana in Brianza, riflettori sui ragazzi registi del video “Una città da scoprire”

È stato presentato nella sala consiliare del Comune di Besana in Brianza il cortometraggio “Besana in Brianza, una città tutta da scoprire”, vincitore del bando regionale “La Lombardia è dei giovani – 2019”. Presente l’assessore regionale Bolognini.

A breve sarà pubblicato anche sui canali di comunicazione del Comune. È stato presentato nella sala consiliare del Comune di Besana in Brianza il cortometraggio “Besana in Brianza, una città tutta da scoprire”, vincitore del bando regionale “La Lombardia è dei giovani – 2019” con il progetto “Giovani in villa”. Hanno partecipato e vinto anche Monza, Concorezzo, Bovisio Masciago.

Quattro minuti circa, girati in collaborazione con l’Associazione musicale Santa Cecilia, con «una panoramica a 360 gradi sui tesori besanesi». Villa Filippini, con il suo parco e le statue di Aligi Sassu, Villa Prinetti, Villa Borella oltre a Piazza Eugenio Corti con la Basilica Romana Minore, i resti del Castello Medioevale, la chiesa di Villa Raverio, le campagne del Parco della Valletta, Naresso e Fonigo, il “Magico” Ciliegio Secolare, il “Besanino”.

Besana in Brianza Giovani in Villa con assessore regionale Bolognini

Besana in Brianza Giovani in Villa con assessore regionale Bolognini

Alla presentazione erano presenti l’assessore regionale Stefano Bolognini, il consigliere regionale besanese Alessandro Corbetta, il sindaco Emanuele Pozzoli, il presidente del consiglio comunale Roberta Carena e il consigliere delegato alle Politiche giovanili, Davide Bruscagin.

“Un grazie a Regione Lombardia, all’amministrazione comunale e alle tante realtà che hanno partecipato a questo bando - ha detto il consigliere regionale Corbetta - È la dimostrazione che con modiche risorse, messe in campo dalla Regione, si sono potuti attivare i giovani e le associazioni locali, con la realizzazione di video, filmati e un concorso fotografico incentrati sulla riscoperta dei valori, del territorio e delle tradizioni della propria comunità. Oggi abbiamo avuto la possibilità di renderci conto di come la realtà giovanile non sia quella dipinta in tv o da altri media ma che i giovani hanno idee, voglia di fare e di mettersi in gioco, mostrando di avere una marcia in più rispetto a quanto comunemente si afferma”.

L’INTERVISTA ALL’ASSESSORE BOLOGNINI


© RIPRODUZIONE RISERVATA