Amministrative 2018 in Brianza: la guida al voto e la nostra diretta elettorale
Elezioni amministrative 2018

Amministrative 2018 in Brianza: la guida al voto e la nostra diretta elettorale

Una guida al voto negli otto Comuni chiamati a eleggere sindaco e consiglio comunale in Brianza: domenica 10 giugno il Cittadino seguirà in diretta lo spoglio delle amministrative 2018, martedì 12 edizione straordinaria in edicola.

L’appuntamento è per domenica 10 giugno: con le urne per gli elettori coinvolti, con ilCittadinomb.it per tutti quanti. Il quotidiano online del Cittadino seguirà le elezioni amministrative con il live blog, dalla domenica fino al termine dello spoglio delle schede. In programma gli aggiornamenti durante la giornata del voto e, soprattutto, le notizie dei primi risultati a partire dalla chiusura delle urne. Una maratona per raccontare il voto di Seregno, Carate Brianza, Brugherio, Seveso e Nova Milanese e per conoscere subito il nome dei sindaci di Macherio, Cogliate e Lazzate che eleggeranno il primo cittadino al primo turno. Notizie online, foto dai paesi e collegamenti in diretta dalla pagina Facebook del CittadinoMb,

Oltre alla maratona online, c’è anche lo sprint del giornale: il Cittadino infatti sarà in edicola con una edizione straordinaria già il martedì mattina, 12 giugno, nei Comuni coinvolti. Il Cittadino è anche digitale nell’edicola online raggiungibile dal sito www.ilcittadinomb.it e dalla app.

LEGGI lo speciale dedicato al voto nei Comuni

Si vota solo domenica dalle 7 alle 23. Gli elettori devono recarsi al proprio seggio con un documento di riconoscimento valido e la tessera elettorale. Ogni Comune fornirà il servizio di rinnovo ai cittadini che debbano chiederne una nuova. Al seggio sarà consegnata una scheda azzurra con i nomi e i cognomi dei candidati alla carica di sindaco e i simboli della lista o delle liste a collegate. Il voto si può esprimere in tre modi: tracciando un segno solo sul nome del sindaco e il voto si intende attribuito solo al candidato alla carica di sindaco; tracciando un segno solo sul simbolo di una lista e così il voto va alla lista e al candidato sindaco collegato; tracciando un segno sul simbolo di una lista, con eventuale preferenza per uno o due dei candidati alla carica di Consigliere appartenenti alla stessa lista. Nel caso di due preferenze, queste dovranno essere di sesso diverso altrimenti la seconda sarà annullata. È previsto il voto disgiunto nei Comuni con più di 15mila abitanti: un segno sul nome di un candidato sindaco e su una lista non collegata.


© RIPRODUZIONE RISERVATA