Ginnastica, niente olimpiadi per Enus Mariani: la lissonese è infortunata, addio Rio 2016
Lissone, per la ginnasta Enus Mariani (Pro Lissone) niente Olimpiadi a causa di un infortunio

Ginnastica, niente olimpiadi per Enus Mariani: la lissonese è infortunata, addio Rio 2016

La ginnasta Enus Mariani di Lissone non andrà a Rio 2016. Una decisione clamorosa ed è stata la stessa ginnasta della Pro Lissone ad annunciarlo chiamandosi fuori dal discorso per le Olimpiadi innanzitutto non partecipando ai Campionati Italiani a Torino.

La ginnasta Enus Mariani non andrà a Rio 2016. Una decisione clamorosa ed è stata la stessa ginnasta della Pro Lissone ad annunciarlo chiamandosi fuori dal discorso per le Olimpiadi innanzitutto non partecipando ai Campionati Italiani a Torino.

LEGGI Ginnastica, non sarà Rio 2016 per Matteo Morandi: sfuma la quarta olimpiade

È stata la stessa atleta ad annunciarlo martedì con un messaggio: «A causa di un infortunio non potrò gareggiare ai Campionati assoluti e la mia preparazione in vista alle Olimpiadi di Rio 2016 termina qui. Continuerò ad allenarmi comunque nella mia palestra nel caso in cui la mia Nazione dovesse avere bisogno di me. Grazie mille a tutti per il sostegno».

Una decisione clamorosa «ma che dà l’esatta dimensione di una grande atleta. Enus ha scelto in prima persona di affrontare questa situazione» aggiunge Massimo Gallina direttore tecnico della Pro Lissone.

I motivi? «Vanno ricercati in un problema alla caviglia che si trascina dagli Europei di Berna dove la ragazza non ha potuto gareggiare come avrebbe voluto – aggiunge il direttore della Pro – Abbiamo messo in atto tutte le cure e le attenzioni del caso, ma non siamo riusciti a uscire da questa situazione. Paradossalmente Enus stava bene quando non era necessario. A Torino avrebbe potuto gareggiare su alcuni attrezzi ma ha preferito mettersi da parte. Enus è una ragazza straordinaria e lo ha ribadito anche stavolta. Si allenerà a Lissone per non sciupare il lavoro fatto sino ad oggi».

Dopo l’annuncio di Enus, il dt della nazionale non ha perso tempo e ha annunciato, tramite un video, i nomi delle sei ragazze che proseguiranno la corsa verso Rio. Sono: Vanessa Ferrari, Erika Fasana; quindi Carlotta Ferlito ed Elisa Meneghini (della Gal Lissone), Martina Rizzelli e Lara Mori. Cinque saranno titolari, una riserva; le prime tre dell’elenco sono pressoché certe di indossare il body azzurro mentre Meneghini, Rizzelli e Mori si giocano la convocazione.

Eventuali cambiamenti alla lista, se si verificheranno, avverranno dopo gli assoluti nei quali le ginnaste della Gal gareggeranno nel concorso generale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA