Villasanta, dopo lo sfogo e oltre un mese di attesa arriva la vaccinazione per l’81enne
Ospedale di Vimercate

Villasanta, dopo lo sfogo e oltre un mese di attesa arriva la vaccinazione per l’81enne

Il 10 marzo si era sfogata per la lunga attesa del vaccino anti-Covid: la convocazione per l’81enne di Villasanta che aveva lamentato l’attesa è arrivata.

È arrivato il tanto atteso sms dell’Ats Brianza a Rita Alvisetti per sottoporsi al vaccino anti-Covid. La donna 81enne di Villasanta è stata convocata all’ospedale di Vimercate per giovedì 25 marzo per sottoporsi alla prima inoculazione del siero.

LEGGI lo sfogo dell’81enne

«Sono certamente contenta - ha detto la donna che dieci giorni fa, a oltre un mese dall’adesione, non aveva ancora avuto la chiamata-. In questi giorni sono stati chiamati anche tante altre persone anziane, però rimane il fatto che in Lombardia ci sono problemi organizzativi che ad esempio nel Lazio non ci sono e non capisco perché. Auspico che tutte le diverse categorie possano essere vaccinate quanto prima. Spero che soprattutto i dipendenti dei diversi supermercati e negozi di alimentari che fanno un servizio fondamentale per tutti noi possano essere vaccinati in fretta».

Un altro signore di 88 anni residente a Vimercate che si era iscritto alle vaccinazioni lo scorso 15 febbraio è stato convocato all’ospedale di Monza il 31 marzo. Alla data del 16 marzo l’adesione degli over 80 alle vaccinazioni è stata di circa l’ 83% ; 72.745 aderenti su 87.481 potenziali. Sempre alla data del 16 marzo sono stati vaccinati 20.124 over 80 (circa il 28% degli aderenti, alcuni dei quali hanno già ricevuto la seconda dose).

LEGGI Meglio rifare l’iscrizione, a volte

Le operazioni stanno pertanto procedendo, anche se a rilento per qualche problema tecnico legato alla gestione delle prenotazioni e soprattutto in funzione alla disponibilità del vaccino Pfizer-BioNTech, destinato a questa categoria di cittadini. In questi giorni stanno arrivando i messaggi di conferma dell’appuntamento per i nati dal 1939 al 1940. Se qualcuno più anziano non fosse ancora stato chiamato, conviene effettuare nuovamente la prenotazione perché pare che il sistema possa aver perso dei dati all’inizio della campagna.


© RIPRODUZIONE RISERVATA