Villasanta, lo sfogo di una anziana in attesa del vaccino Covid: «Quanto ci vuole? Nel Lazio più efficienti»
Una vaccinazione Covid

Villasanta, lo sfogo di una anziana in attesa del vaccino Covid: «Quanto ci vuole? Nel Lazio più efficienti»

Rita Alvisetti, 81 anni, ha prenotato il 18 febbraio la somministrazione ma ad oggi non è stata ancora convocata. «Vorrei sapere se mi vaccineranno tra una settimana, un mese o alla fine dell’estate, per mettermi il cuore in pace».

«Quanto tempo ci vuole per vaccinare un ultra 80enne contro il Covid? Tre settimane, un mese, due mesi?». Lo chiede Rita Alvisetti, 81enne di Villasanta, che, grazie al figlio, ha prenotato lo scorso 18 febbraio la somministrazione ma ad oggi non è stata ancora convocata. Al momento ha ricevuto una comunicazione dagli uffici Ats che si sono scusati per il disagio e i possibili ritardi.

«Mi sento presa in giro dal sistema, per non parlare poi del fatto che per prenotare il vaccino mi sono dovuta far aiutare da mio figlio perché da sola a navigare su internet avrei fatto molta fatica – dice la donna -. La Lombardia viene sempre descritta come un’eccellenza sanitaria e invece siamo ancora qui ad aspettare. Nel Lazio invece quando si prenota il vaccino, immediatamente viene recapitato un messaggio con l’indicazione del luogo, giorno e ora in cui si effettuerà la somministrazione. Non capisco perché una cosa simile non possa avvenire anche qui da noi. Io, come tanti altri, vorrei sapere se mi vaccineranno tra una settimana, un mese o alla fine dell’estate, per mettermi il cuore in pace. Non si può andare avanti in queste condizioni non lo dico solo per me, ma anche per tutte le persone che si trovano nella mia stessa situazione».


© RIPRODUZIONE RISERVATA