Per i 205 anni dell’Arma per la prima volta la festa si terrà al neonato Comando provinciale di Monza
I carabinieri in servizio a Monza e in Brianza

Per i 205 anni dell’Arma per la prima volta la festa si terrà al neonato Comando provinciale di Monza

Arma dei carabinieri in festa, domani, 5 giugno, per il 205esimo Annuale di Fondazione; e per la prima volta la Festa dell’Arma a livello provinciale per Monza e Brianza verrà celebrata nella caserma di via Volturno a Monza, recentemente elevata a sede del Comando Provinciale.

Arma dei carabinieri in festa, domani, 5 giugno, per il 205esimo Annuale di Fondazione; e per la prima volta la Festa dell’Arma a livello provinciale per Monza e Brianza verrà celebrata nella caserma di via Volturno a Monza, recentemente elevata a sede del Comando Provinciale dei Carabinieri articolato sulle Compagnie di Monza, Seregno, Vimercate e Desio, da cui dipendono 25 presidi, stazioni locali, dislocati sui 55 comuni della provincia di Monza e della Brianza.

La data è significativa: il 5 giugno 1920 la Bandiera dell’Arma fu insignita della prima Medaglia d’Oro al Valor Militare, per la partecipazione dei Carabinieri alla prima guerra mondiale. La motivazione che ha accompagnato la medaglia è scritta con il linguaggio di allora: “Rinnovellò le sue più fiere tradizioni con innumerevoli prove di tenace attaccamento al dovere e di fulgido eroismo, dando validissimo contributo alla radiosa vittoria delle armi d’Italia”.

Nel 2018 i Carabinieri della Provincia hanno garantito quasi 27.000 servizi preventivi, procedendo per oltre 29.000 episodi delittuosi e assicurando alla Giustizia oltre 800 persone smantellando organizzazioni criminali dedite a reati contro il patrimonio o al traffico di sostanze stupefacenti e arrestando autori di efferati omicidi tanto che il trend dei reati predatori, quelli che più incidono sulla percezione di sicurezza dei Cittadini, è in diminuzione.

Grandi risultati sono stati conseguiti anche dall’attività antidroga, che ha portato all’arresto di quasi 120 persone ed al sequestro di quasi una tonnellata di sostanze stupefacenti, condotta sia attraverso il costante contrasto alle attività di spaccio, specie nei pressi degli istituti scolastici e dei luoghi di aggregazione giovanile, che nei confronti di sodalizi delinquenziali dediti al traffico internazionale

Infine, per quanto riguarda la “Cultura della Legalità” sono state svolte durante l’anno scolastico 2018/2019, 114 conferenze presso Istituti d’istruzione e organizzate 19 visite ai Reparti dipendenti in favore di oltre 7000 alunni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA