Nuovo logo, sito e app: così BMradio, nata sulle ceneri di Radioseregno, cambia volto
Lo staff di volontari di Bmradio Seregno ( foto nVolonterio)

Nuovo logo, sito e app: così BMradio, nata sulle ceneri di Radioseregno, cambia volto

«L’evoluzione dello scenario audio, supportato da una continua crescita di utenti all’ascolto e da una costante creazione di contenuti- hanno detto Diego Rovelli e Giorgio Bernasconi, due dei volontari fondatori- ha portato alla decisione di affrontare un rinnovamento digitale che coinvolge non solo il sito web ma anche i contenuti in streaming«

BMradio, la web radio di Seregno, nata sulle ceneri di Radioseregno, dal 27 maggio, ha cambiato volto. Nuovo il logo, nuovo il sito, ma soprattutto una nuova app per essere sempre più vicina all’ affezionato pubblico.

“L’evoluzione dello scenario audio, supportato da una continua crescita di utenti all’ascolto e da una costante creazione di contenuti- hanno detto Diego Rovelli e Giorgio Bernasconi, due dei volontari fondatori- ha portato alla decisione di affrontare un rinnovamento digitale che coinvolge non solo il sito web ma anche i contenuti in streaming di “ BMradio.it”.

L’emittente guidata da Diego Rovelli (senior content designer per Tangity, Ntt Data) e Giorgio Bernasconi (account director di Spotify Italia), è nata nel 2007 come progetto dell’associazione culturale Parole & Musica, che organizza tra l’altro il concorso nazionale di poesia città di Seregno. Una radio che deve il suo esistere grazie a dei volontari. Sono oltre 100 i volontari che si sono alternati ai microfoni negli ultimi 14 anni nei circa 50 format radiofonici originali creati e prodotti su BMradio.

“L’anno della pandemia ha fatto registrare picchi di ascolto mai avuti prima -ha spiegato Bernasconi- le opportunità di ascolto si sono moltiplicate e i risultati di accesso ai contenuti prodotti ne sono la dimostrazione. I minuti di ascolto di BMradio nell’ultimo anno sono cresciuti dell’85 per cento, uno scenario mutato a cui è necessario restare agganciati continuando ad innovare. Per questo negli ultimi dodici mesi, molte delle nostre attenzioni sono state rivolte a capire cosa funzionava meglio e cosa meno. Che cosa il pubblico chiedeva ed ascoltava e quali asset fosse necessario sviluppare. Da qui un lavoro di team con alcuni dei 30 volontari che frequentano (con le dovute norme di distanziamento) la sede della radio alla Corte del Cotone di Colombo”.

Diego Rovelli entrando nel dettaglio ha detto: “siamo partiti dalla nostra essenza. Dopo 14 anni abbiamo dovuto guardarci indietro e capire dove eravamo arrivati e cosa avremmo voluto fare, infatti, abbiamo lavorato sulla nostra vision e sui nostri principi, che rinnoviamo essere passione, curiosità, creatività e condivisione. Con le idee chiare è stato più facile lavorare alla trasformazione della nostra immagine.”

Forte dell’esperienza maturata negli ultimi anni nel settore del design per il digitale, Diego Rovelli, ha guidato il percorso di rebranding che ha portato alla creazione di un nuovo logo e di una nuova interfaccia grafica del sito “ www.bmradio.it”. “Il nuovo volto di BMradio, rappresenta al meglio la nostra personalità, la stessa che si ascolta nei nostri programmi e nella musica che scegliamo, hanno sottolineato Bernasconi e Rovelli.”

Non solo, le app per iOS e Android sono ora più intuitive ed occupano poca memoria nello spazio del telefono e danno la possibilità di ascoltare la radio in diretta anche in mobilità. BMradio è da sempre una “palestra” per formare nuovi talenti e molti in questi anni, partiti proprio dalla realtà seregnese, hanno preso strade nazionali su radio importanti. L’apertura alle nuove idee e a tutte le persone che vogliono avvicinarsi alla radio è il motore che permette a BMradio di produrre programmi di qualità, sempre con i contenuti al centro e con voglia di sperimentare nuove modalità e interazioni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA