Monza e Brianza, il sindacato degli infermieri: «Sbloccateci le ferie, dobbiamo riposare»
La terapia intensiva del San Gerardo (Foto by Martina Santimone per Areu)

Monza e Brianza, il sindacato degli infermieri: «Sbloccateci le ferie, dobbiamo riposare»

L’appello del Nursind, sindacato degli infermieri, alla Regione Lombardia e alle direzioni ospedaliere di Monza e Vimercate: «Siamo stremati, abbiamo bisogno di riposo, le ferie sono bloccate». Il 12 maggio è la giornata mondiale dell’infermiere.

«Abbiamo bisogno di staccare un attimo la spina per riposarci e tornare a respirare. Nelle Asst brianzole le ferie sono ancora bloccate: ci sembra che le istituzioni e i vertici delle Asst abbiamo dimenticato che abbiamo attraversato l’inferno. Nulla sarà più come prima». A dirlo è il Nursind, sindacato degli infermieri che ha scritto alla giunta regionale della Lombardia e alle direzione degli ospedali di Vimercate e Monza per chiedere la garanzia di un riposo.

«Gli infermieri sono stremati» ha detto il segretario territoriale Donato Cosi. «Dateci la possibilità di riposarci per tornare in corsia a lavorare serenamente perché, superata la fase più importante della pandemia, non possiamo essere catapultati ai ritmi pre Covid». L’occasione è la Giornata mondiale dell’infermiere, che cade il 12 maggio. «Non possiamo continuare a lavorare con gli stessi numeri che c’erano prima della pandemia – prosegue -. Eravamo e siamo sott’organico. Non solo il personale non è sufficiente, ma adesso il personale è reduce da mesi di fortissimo stress fisico e psicologico. Non sappiamo se gli infermieri ingaggiati per l’emergenza vedranno riconfermato il loro contratto. Per noi è fondamentale».

Il Nursind chiede anche garanzie sui dispositivi di protezione e sull’esecuzione dei tamponi per il personale sanitario: solo gli infermieri nelle strutture della Brianza sono 5mila professionisti. Un numero che per il sindacato rimane insufficiente a coprire le esigenze del territorio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA