In kayak dalla Brianza al mare navigando in solitaria sull’Adda e sul Po
La partenza di Giovanni Baracchetti

In kayak dalla Brianza al mare navigando in solitaria sull’Adda e sul Po

Giovanni Baracchetti di Usmate Velate è partito venerdì 31 maggio attorno alle 9: destinazione? «Il mare, a Pila sul delta del Po». E con lui c’è anche il Cittadino.

«Signor Giovanni, come va? Partito?». «Sì, sì, sono già partito, a mezzogiorno sarò a Imbersago». Poche parole, Giovanni Baracchetti di Usmate sta remando, non può distrarsi, scambiate venerdì mattina alle 9.35, pochi istanti dopo la partenza in kayak da Valmadrera (Lc). E dove va Baracchetti? «Al mare» e lo dice come fosse facile farsi 139 chilometri remando sull’Adda e 272 chilometri remando sul Po. «Arriverò a Pila (Ro) - aveva raccontato in redazione prima della partenza - la punta più estrema del delta. Mi dirigerò verso Lecco - spiegò - passerò sotto i tre ponti, a Pescarenico, luogo manzoniano, poi alla volta del lago di Garlate e alla diga di Olginate. Navigo secondo l’istinto e anche le mete serali sono ipotetiche (sempre accampato sulle rive, però, nda)». Buon viaggio! Il Cittadino - presente con la testata sui fianchi del kayak - seguirà le sue tappe.

Il percorso

Il percorso


© RIPRODUZIONE RISERVATA