Fallimento per la palestra New Life di Monza e Vimercate: coinvolti 90 lavoratori
Centro fitness New Life Vimercate

Fallimento per la palestra New Life di Monza e Vimercate: coinvolti 90 lavoratori

Dichiarato il fallimento delle palestre New Life di Monza e Vimercate con un debito di quasi un milione di euro. A stabilirlo è stato il tribunale di Monza con la sentenza di martedì 12 ottobre.

È stato ufficialmente decretato il fallimento delle palestre New Life di Monza e Vimercate con un debito di quasi un milione di euro. A stabilirlo è stato il tribunale di Monza con la sentenza di martedì 12 ottobre. La decisione è arrivata a fronte di un’istanza di fallimento e sfratto presentata tra fine agosto e inizio settembre dalla società Immobiliare Dael proprietaria dei locali di via Aspromonte, dove New Life conduce la sua attività di fitness.

LEGGI Fallimento New Life, palestra chiusa in piazza Marconi e avviso sulla porta

I giudici monzesi hanno accolto la richiesta dell’immobiliare e hanno nominato come curatore fallimentare il dottor Marco Cordaro.
New Life a distanza di parecchi mesi di chiusura aveva riaperto i battenti da poche settimane sia a Monza, che in piazza Marconi a Vimercate, dopo che era stata respinta un’altra istanza di fallimento presentata in quell’occasione dalla società Ellesse che detiene la proprietà dei locali vimercatesi della palestra.

Le notizie fino al fallimento
LEGGI
Vimercate, la palestra New Life riparte dal 7 settembre: aveva rischiato il fallimento

LEGGI Svolta a Vimercate e Monza, la palestra New Life può riaprire
LEGGI Vimercate, la palestra “New life” rischia di chiudere: «Ci vogliono sfrattare, hanno chiesto il nostro fallimento»

Questa volta invece la magistratura ha ritenuto di accettare l’esposto fatto dall’immobiliare monzese. Tutto ciò poiché la situazione debitoria di New Life, pesantemente colpita dalla crisi imposta dal Covid è diventata insostenibile e sfiora quasi il milione di euro così ripartito: 100mila di mancati pagamenti dell’affitto dei locali di via Aspromonte a Monza, 300mila euro di mancati pagamenti del canone d’affitto della struttura di piazza Marconi a Vimercate e altri circa 500mila euro di esposizione con le banche per pagare i dipendenti e le altre spese.

Questo fallimento impatterà anche su 90 lavoratori suddivisi 50 nel centro fitness di Vimercate e 40 nella palestra monzese, oltre all’interruzione del servizio per centinaia e centinaia di utenti che da poco avevano ripreso l’attività fisica con tutte le precauzioni del caso sia in via Aspromonte che in piazza Marconi Ripartendo con quella voglia e quell’entusiasmo di tenersi in forma dopo oltre un anno di stop. Inoltre per quanto riguarda il sito di Monza i vari macchinari e le attrezzature della palestra sono di proprietà dell’Immobiliare Dael che se li farà riconsegnare insieme alle chiavi dei locali.


© RIPRODUZIONE RISERVATA