Elezioni 2018,  chi va a Roma per Monza e Brianza: sicuri Mandelli e una truppa  leghista, Pd forse a mani vuote
Elezioni 2018: Massimiliano Romeo (Lega) vota a Monza (Foto by Fabrizio Radaelli)

Elezioni 2018, chi va a Roma per Monza e Brianza: sicuri Mandelli e una truppa leghista, Pd forse a mani vuote

LEGGI Il LIVEBLOG - Gli scrutini macinano i risultati seggio dopo seggio. A livello nazionale la situazione è chiara. E a Monza e Brianza? Anche. Sicuri per Roma ci sono Andrea Mandelli e una truppa leghista, la Caporetto del Pd potrebbe costare il posto perfino a Roberto Rampi.

Gli scrutini macinano i risultati seggio dopo seggio. A livello nazionale la situazione è chiara. E a Monza e Brianza? Anche, forse.

LEGGI Elezioni 2018, il live blog di Politiche e Regionali: scrutini in diretta, trionfo M5S e Lega, il Pd crolla - FOTO

La Caporetto del Partito democratico ha un riflesso anche locale con il rischio di non portare nessuno a Roma: l’unico papabile sembra essere Roberto Rampi, candidato al Senato, ma la débâcle rischia di lasciare a casa anche il vimercatese. Difficilissima la partita alla Camera dei deputati. Il fallimento di Liberi e Uguali dovrebbe costare il biglietto di ritorno anche alla senatrice Lucrezia Ricchiuti.

Nel centrodestra è tranquillo Andrea Mandelli, dominatore del collegio 5 per la Camera dei deputati. Visto il buon risultato dei 5 Stelle il consigliere regionale Gianmarco Corbetta ha possibilità di essere eletto al Senato, fatto non così scontato alla vigilia.

Preparano le valigie i leghisti: a partire da Massimiliano Romeo al Senato, la Brianza fa l’appello per la truppa parlamentare delle ex camicie verdi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA