Covid a scuola: 500 partecipanti all’incontro di Ast e Asst. Nei punti tampone testate 1300 persone tra studenti e personale
L’ospedale San Gerardo

Covid a scuola: 500 partecipanti all’incontro di Ast e Asst. Nei punti tampone testate 1300 persone tra studenti e personale

Cinquecento rappresentanti del mondo scolastico (84 in presenza, i restanti in videocollegamento) che hanno partecipato all’incontro sabato 26 nell’Auditorium Enrico Maria Pogliani dell’Ospedale San Gerardo di Monza. C’erano pediatri, medici, dirigenti e coordinatori scolastici, docenti, educatori, rappresentanti dei genitori e amministratori comunali.

Come gestire i casi di Covid a scuola. Un tema sempre più attuale che è stato affrontato nell’incontro informativo e di confronto “Avvio attività scolastiche e servizi educativi dell’infanzia – gestione di casi e focolai di CoviD-19” organizzato da Ats Brianza e Asst Monza con il Comune di Monza e il Distretto.

Cinquecento rappresentanti del mondo scolastico (84 in presenza, i restanti in videocollegamento) che hanno partecipato all’incontro sabato mattina 26 settembre nell’Auditorium Enrico Maria Pogliani dell’Ospedale San Gerardo di Monza. C’erano pediatri, medici di medicina generale, dirigenti e coordinatori scolastici, docenti, educatori, rappresentanti dei genitori e amministratori comunali.

“Abbiamo deciso di organizzare questo incontro – spiega il Direttore Generale di Ats Brianza Silvano Casazza - per rispondere alle tante domande che arrivano dal mondo scolastico e dalle persone, operatori, amministratori, famiglie, che sono coinvolte. Abbiamo provato a fornire tutte le indicazioni necessarie per garantire il proseguimento dei servizi educativi in sicurezza, rispondendo alle esigenze dei soggetti interessati”.

Dal 16 al 22 settembre sono state testate, presso i punti tampone dedicati alla scuola, 1301 persone tra studenti/allievi e personale scolastico docente e non docente, di questi 40 sono risultati essere positivi a tampone nasofaringeo per ricerca di RNA virale e 12 dei 40 positivi sono stati intercettati tra i contatti di caso.


© RIPRODUZIONE RISERVATA