Cosa c’è sul Cittadino di giovedì 25 aprile 2019
La prima pagina del Cittadino di giovedì 25 aprile 2019

Cosa c’è sul Cittadino di giovedì 25 aprile 2019

Sarà la volta buona? La giunta, attraverso Monza Mobilità, apre la partita del piano del traffico (oggi Pums) mai vinta da nessuna amministrazione comunale di Monza.Questo e molto altro sul Cittadino di giovedì 25 aprile.

Va detto che nessuna amministrazione comunale di Monza, fino a oggi, ha potuto o voluto portare un piano del traffico fino al voto del consiglio comunale. Qualche bozza, tanti studi, gli aggiornamenti, ma poi stop: di fatto la città non ha mai avuto un strumento di visione generale di traffico e viabilità. La giunta Allevi ci prova, attraverso Monza Mobilità, e sta aprendo la partita: intanto la società pubblica ha assunto due ingegneri, poi si sta formando il gruppo di lavoro con il Comune.

Insomma: la maledizione sarà finita? Una domanda, come quella che riguarda la M5, e cioè: che fine ha fatto dopo il tanto rumore di dicembre? Insomma: sul Cittadino in edicola si racconta tanto di come ci si muove e ci si potrà muovere in città. Proprio quando Monza si è fermata per qualche ora a guardare la sfida dei biancorossi con la Viterbese (l’andata) per la finale di Coppa Italia di Serie C: e i ragazzi di Brocchi hanno portato a casa il risultato vincendo 2-1.

VAI ALL’EDICOLA DIGITALE

Ma c’è anche spazio per la banda che aveva deciso di venire insistentemente a Monza per scippare le anziane e dell’uomo sospettato di essersi avvicinato al terrorismo di matrice islamica, così come Morgan che perde la casa.

Poi una storia quasi dimenticata in occasione del 25 aprile: quella del coraggio e dell’impegno non solo sindacale di Alfonso Marelli, sepolto a San Fruttuoso, per il quale gli eredi chiedono un segno pubblico di memoria di quanto ha fatto per la città. E se nei quartieri si parla di qualità della vita a Libertà, dei cuccioli di germani reali che nascono e a volte mettono in apprensione i passanti, del futuro gourmet dell’ex cinema Maestoso, l’assessore allo sport Arbizzoni spiega come cambierà l’offerta per le varie discipline con i prossimi progetti della giunta, ha partire dalla nuova tendenza: il paddle, che accumula richieste in tutti i quartieri.

Prospettiva Monza, la rubrica del Cittadino per provare a immaginare la Monza che non c’è, passa dalla Boscherona e dall’idea di grande parco didattico, mentre l’altro appuntamento fisso settimanale è quello con Centoventi, che racconta le cronache del 1899, l’anno in cui il giornale è nato: questa settimana l’entusiasmo per la nuova generazione di fonografi, non poi così diversa da quella delle presentazioni di Apple oggi.

Nel CittadinoPiù un’esclusiva: l’anteprima di un progetto avveniristico presentato alla Regione per rifare il ponte di Paderno d’Adda chiuso dopo il rischio crollo. E ancora le classifica dei Comuni più cari per le imprese nelle tasse (vinta, per così dire, da Monza) e il punto sul reddito di cittadinanza in Brianza, la storia della prima polpetta vegetale (che nasce in città) e le occasioni culturali tra mostre e musica nei giorni del ponte tra 25 aprile e primo maggio. Anche per chi vuole fare da sé e passeggiare per la città ammirando le sue architetture contemporanee, grazie a libro pubblicato dal Comune. E per chi invece ha bisogno di relax e buona cucina, c’è la Salute in tavola.


© RIPRODUZIONE RISERVATA