Coronavirus, gli aggiornamenti di martedì 28 aprile
Coronavirus Enpa Comune Monza crocchette

Coronavirus, gli aggiornamenti di martedì 28 aprile

Ora per ora tutti gli aggiornamenti sull’epidemia di Coronavirus da Monza e Brianza di martedì 28 aprile 2020.

Ora per ora tutti gli aggiornamenti sull’epidemia di Coronavirus da Monza e Brianza di martedì 28 aprile 2020.

Ore 20 La Fase 2 a Monza da lunedì 4 maggio inizia senza riapertura del parco e dei giardini di quartiere. Ricominciano i mercati settimanali con i banchi alimentari. LEGGI la notizia (VAI)

Ore 19 Donazioni importanti per il Comune di Monza che ha ricevuto anche 1.710 chili di cereali da Kellog’s Company con sede a Vimercate. Saranno destinati alle famiglie seguite dai Servizi sociali e al centro Mamma Rita. LEGGI la notizia (VAI)

Ore 18.15 a provincia di Monza e Brianza torna a salire. È il dato che emerge dall’aggiornamento di Regione Lombardia di martedì 28 aprile sull’emergenza coronavirus: +121 nuovi casi positivi per un totale di 4.637 persone contagiate dal Covid-19. LEGGI la notizia (VAI)

Ore 18 «Impossibile il distanziamento di un metro sui mezzi pubblici, bastano le mascherine»: lo hanno scritto i vertici delle principali associazioni di trasporto italiane, Asstra e Agens al ministro de Trasporti, De Micheli. LEGGI la notizia (VAI)

ore 17 L’aggiornamento in diretta da Regione Lombardia sull’emergenza coronavirus è previsto alle 18 circa con la presenza del presidente Attilio Fontana. Oltre che sui canali istituzionali è possibile seguirlo su www.ilcittadinomb.it.

Ore 16.30 L’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale della Lombardia, ai sensi dell’articolo 19 dello Statuto d’Autonomia della Lombardia e dell’articolo 52 del Regolamento generale, ha dato il via libera questa mattina all’istituzione di una «Commissione di inchiesta sull’emergenza Covid-19». Era stata richiesta da tutti i Consiglieri di minoranza e avrà come oggetto specifico l’analisi e la valutazione della gestione dell’emergenza sanitaria da Covid-19 in Regione Lombardia. Dovrà concludere i propri lavori entro 12 mesi dall’insediamento. Sarà composta da tre consiglieri per i gruppi consiliari più consistenti (LN, PD, M5S, FI) e da un consigliere per gli altri gruppi.

Ore 16 Il presidente dell’Aci Angelo Sticchi Damiani smentisce le ipotesi pubblicate dalla tedesca Bild di un nuovo calendario della Formula 1 a causa dell’emergenza coronavirus ma senza il Gp di Monza: “Una notizia che non esiste, posso escludere la sua fondatezza. Stiamo trattando giornalmente con Liberty Media e posso dire che molto probabilmente Monza si correrà a porte chiuse”.

Ore 15 La raccolta fondi dei lettori del Cittadino per la Croce rossa di Monza ha superato i 5mila euro. LEGGI la notizia (VAI)

Ore 14 A Monza i commercianti che devono effettuare consegne a persone che risiedono in ZTL possono richiedere un «pass» temporaneo. Per ottenerlo i titolari delle attività commerciali devono inviare a «Monza Mobilità» (tel. 039 209841, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 16.30) una email all’indirizzo [email protected] allegando un documento di identità, la copia carta circolazione del mezzo utilizzato e la visura camerale.

Ore 12.30 Stato di calamità per gli oltre 1.600 agriturismi lombardi. La richiesta, avanzata da Coldiretti Lombardia alla Regione, arriva dopo quasi due mesi di chiusura forzata a causa dell’emergenza coronavirus che ha portato un impatto negativo sugli agriturismi con picchi fino al -100% di attività. Lo rende noto la Coldiretti regionale nel sottolineare la necessità di anticipare la ripartenza per queste strutture per le quali è invece previsto un lockdown prolungato fino al mese di giugno, secondo le ultime disposizioni nazionali in vista della cosiddetta «Fase 2».

Ore 11.45 Attilio Fontana ha parlato anche delle zone rosse e sui poteri dei governatori delle Regioni. «Non ci sono state incomprensioni, io sono convinto che sarebbe molto più opportuno che sia un governatore a poter decidere sulle chiusure delle zone, e sarebbe opportuno che si mettesse a disposizione delle regioni l’utilizzo della forza pubblica per fare rispettare la chiusura». Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, intervenuto questa mattina a Mattino 5. «Credo - ha aggiunto - che a Codogno il focolaio fosse già partito quando si è pensato di fare la zona rossa, sono convinto che circolasse già da un mese e fosse già ben presente. Non è un caso Lombardia ma un caso Lodi, Cremona, Bergamo e Brescia. Milano mi preoccupa sempre, ma mi sembra che si sia in un momento in cui il virus stia rallentando».

Ore 11.30 BrianzAcque con 21 aziende pubbliche dell’idrico di Lombardia e Piemonte partecipa alla maxi gara per energia “pulita” da fonti rinnovabili. BrianzAcque, tra i partner fondatori della Water Alliance- Acque di Lombardia, partecipa al bando pubblico per il terzo anno consecutivo.

Ore 11 Un gesto di solidarietà di un cittadino monzese per gli animali centro Enpa di San Damiano: 1125 Kg di cibo per cani in dono al Comune e quindi a cani e gatti assistiti dai volontari. Ma anche alle famiglie che fossero in difficoltà. In piena emergenza l’abituale attività di fund raising svolta dal centro è in calo, acuito dalla sospensione delle abituali visite al canile e al gattile.

Ore 10.30 Il presidente della Regione Attilio Fontana su canale 5 ha riassunto l’incontro con il presidente del consiglio Giuseppe Conte: «Ho parlato con il presidente Conte sul trovare le soluzioni per le famiglie: con la chiusura delle scuole se i genitori devono andare a lavoro si trovano in difficoltà. Ho fatto proposte anche per spalmare l’inizio del lavoro per evitare l’affollamento nel trasporto pubblico. Ho parlato di provvedimenti sul controllo, perché c’è il rischio che un semplice dipendente di Trenord non abbia il titolo per impedire di salire sul treno; se ci sia l’obbligo di mascherine, una serie di questioni tecniche. Il presidente si è impegnato a darmi una risposta a tutti i quesiti che ho fatto».

Ore 10 Lunedì il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha visitato tre province lombarde tra le più colpite dall’epidemia di Coronavirus, per la prima volta dall’inizio dell’emergenza. È arrivato nel tardo pomeriggio con la mascherina in Prefettura a Milano dove ha incontrato il prefetto di Milano, Renato Saccone, il sindaco Giuseppe Sala, il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana, e Carlo Bonomi, da poco nominato presidente di Confindustria. Poi ha visitato Bergamo e Brescia. «La mia presenza qui in Lombardia avrebbe creato intralcio nella fase più acuta dell’emergenza sanitaria - ha commentato - Non è questo il momento di mollare, questo governo - ha detto il premier - non cerca il consenso ma di fare cose giuste, anche se questo deve scontentare un gran numero cittadini. Abbiamo introdotto qualche allentamento ma è chiaro che non possiamo mollare in questa fase”.

Ore 9.30 “Oggi ATS ci ha comunicato che i nuovi contagi si contano sulle dita di una mano rispetto a ieri. Attendiamo che il dato si stabilizzi” ha detto il sindaco di Monza Dario Allevi lunedì in tarda serata a proposito delle positività al coronavirus in città. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA