Cesano Maderno, vetro rotto con un pugno: una denuncia, sportelli Asst chiusi per un giorno (e i consigli della dirigenza)
Cesano Maderno Ats via San Carlo vetro in frantumi per un pugno (Foto by Cristina Marzorati)

Cesano Maderno, vetro rotto con un pugno: una denuncia, sportelli Asst chiusi per un giorno (e i consigli della dirigenza)

Gli aggiornamenti dopo i fatti di via San Carlo a Cesano Maderno, dove per rabbia un uomo ha danneggiato uno sportello del’azienda ospedaliera: una denuncia, uffici chiusi mercoledì 9 ottobre per la sostituzione del vetro rotto, i consigli della dirigenza dell’Asst di Monza.

È stato denunciato per danneggiamenti il cesanese che nella mattinata di martedì 8 ottobre ha mandato in frantumi il vetro di uno sportello dei servizi dell’azienda ospedaliera in via San Carlo a Cesano Maderno. L’uomo, poco più che trentenne e residente in città, si è presentato con troppa foga per reclamare informazioni che a suo dire non sarebbero state fornite correttamente alla moglie poco prima. Tutto è successo intorno alle 10: è rientrato negli uffici, ha alzato la voce, ha colpito il vetro che – forse a causa di un anello al dito – è andato in pezzi, se ne è andato. Nessuno è rimasto ferito, shock tra i tanti cittadini in coda, come un po’ ovunque nelle ultime settimane per la richiesta di esenzioni. In via San Carlo sono intervenuti i carabinieri che in poco tempo sono risaliti al responsabile: l’uomo ha ammesso le proprie colpe, ma la sua posizione è ancora al vaglio delle forze dell’ordine.

Nel frattempo nella sede locale dell’Asst si contano i danni: mercoledì 9 ottobre è prevista la sostituzione del vetro e con chiusura degli sportelli. Gli utenti potranno rivolgersi a Limbiate.

LEGGI Cesano Maderno, follia all’Ats: uomo rompe il vetro dello sportello con un pugno

Cesano Maderno code Ats via San Carlo

Cesano Maderno code Ats via San Carlo
(Foto by Cristina Marzorati)

Una nota dell’Asst sottolinea la vicinanza della dirigenza ai lavoratori, ma anche i modi per ottenere le prestazioni senza rivolgersi necessariamente a un unico sportello e riducendo le code che possono causare anche stati di tensione.

«Sono vicino al personale. Si è trattato di un atto di una persona sconsiderata – ha commentato il direttore generale della ASST di Monza, Mario Alparone - Mediamente abbiamo presenti tre operatori a Cesano Maderno che svolgono una attività su circa 200 utenti al giorno, con una media in linea ai valori ordinari. Stiamo comunque monitorando la situazione per verificare il miglioramento del servizio. Intanto da tempo abbiamo introdotto percorsi di affiancamento del personale del Cup ospedaliero al personale degli sportelli di Scelta e revoca territoriali».

Per limitare le attese per la scelta e revoca del Medico di medicina generale o il Pediatra di libera scelta, così come per il rinnovo dell’esenzione per prestazioni diagnostiche e farmaceutiche (indirizzate a cittadini disoccupati, cassaintegrati o pazienti affetti da patologie croniche e rare), è possibile prenotare chiamando il numero 039 2335323, dal lunedì al venerdì (non festivi) dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 16.

È poi possibile recarsi (in questa fase per i soli cittadini di Monza, Villasanta, Desio, Muggiò e Nova Milanese) agli sportelli di via Boito 2 a Monza e via Ugo Foscolo 24 a Desio tramite appuntamento. Recandosi in una qualunque farmacia lombarda è possibile rinnovare le esenzioni E02, E12, E13, E30 e E40.

(* ha collaborato Cristina Marzorati)


© RIPRODUZIONE RISERVATA