Asfalti Brianza, Concorezzo dà il via libera ai lavori per abbattere gli odori molesti
L’Asfalti Brianza di Concorezzo

Asfalti Brianza, Concorezzo dà il via libera ai lavori per abbattere gli odori molesti

l Comune di Concorezzo sbocca i lavori per contenere gli odori di Asfalti Brianza che ora ha tempo fino a domenica 18 per realizzare quelle opere ritenute necessarie per far cessare, o quantomeno limitare fortemente, gli odore molesti che ammorbano i residenti non solo di Concorezzo ma anche di Brugherio, Monza e Agrate Brianza.

Il Comune di Concorezzo sbocca i lavori per contenere gli odori di Asfalti Brianza. Il sindaco Mauro Capitanio ha firmato lunedì 12 agosto l’ordinanza in cui si stabilisce «di provvedere entro il termine perentorio del 18 agosto 2019 alla sostituzione del bruciatore a servizio dell’impianto di produzione di conglomerato bituminoso e di tutte le opere ad esso connesse così come indicato nell’istanza pervenuta al Suap, da parte di Asfalti Brianza, in data 5 agosto 2019 ed acquisita al Protocollo generale del Comune, al fine di rimuovere ed abbattere le cause che determinano l’inconveniente di carattere odorigeno». Con questo documento redatto dall’amministrazione di centrodestra l’azienda, che si trova sulla sp Milano-Imbersago, ha tempo fino a domenica per effettuare quei lavori per limitare le esalazioni fastidiose, che hanno allarmato e mobilitato da tempo i comitati di Concorezzo, Viale Libertà e Sant’Albino. «È un lavoro di squadra che ha visto collaborare insieme Provincia di Monza e Brainza. Ringrazio il presidente Luca Santambrogio e i suoi uffici per la collaborazione, il Comune di Monza con il vicesindaco Simone Villa e i comitati cittadini, in primis quello di Concorezzo e non ultimo Asfalti Brianza, che si è seduta al tavolo con spirito di collaborazione e attivandosi per un intervento consistente anche dal punto di vista economico – ha fatto sapere il sindaco Mauro Capitanio -. Terminati i lavori, chiederemo una ulteriore collaborazione di Arpa, Ats e Provincia per una analisi definitiva dei fumi che evidenzi oltre all’abbattimento dei fattori odorigeni anche la non nocività delle emissioni stesse. Siamo ovviamente molto soddisfatti di questi progressi».

Ora si attende di capire se l’installazione dell’avanforno all’interno dell’impianto bituminoso abbatterà in modo significativo gli odori. Alla finestra oltre ai territori di Concorezzo, Monza e Brugherio c’è anche il Comune di Agrate che da tre mesi lamenta puzza di bruciato in varie parti della città.


© RIPRODUZIONE RISERVATA