Anche Monza è Fuorisalone 2019: design, arte e musica dal 3 al 18 aprile
Foto di gruppo per i protagonisti del Fuorisalone di Monza

Anche Monza è Fuorisalone 2019: design, arte e musica dal 3 al 18 aprile

È ancora più ricco il programma dal Fuorisalone 2019 organizzato dal Comune di Monza per il 2019: design, arte e musica in tutta la città con la collaborazione dei privati (e Apa Confartigianato) dal 3 al 18 aprile.

Design, arte e musica: sono le cifre che connoteranno il Fuorisalonemonza 2019. Dal 3 al 18 aprile installazioni, mostre fotografiche, di sculture e di oggetti di arredamento accompagnate da momenti musicali animeranno il Centro storico e le immediate vicinanze. Alcune iniziative si prolungheranno fino a metà maggio, ben oltre la settimana dedicata al Salone del Mobile che dal 9 al 14 aprile attirerà a Milano operatori del settore e visitatori provenienti da tutto il mondo.

Il calendario della rassegna, più ricco rispetto alla passata edizione, è nato dalla collaborazione tra il Comune, Apa Confartigianato, alcune associazioni, il liceo Nanni Valentini e privati che hanno messo a disposizione spazi e materiali.

QUI il programma completo

«Dopo il successo dell’anno scorso – ha spiegato il sindaco Dario Allevi durante la presentazione – abbiamo alzato ancora l’asticella. Il design, il legno e l’arredo hanno fatto la storia del nostro territorio che noi abbiamo voluto raccontare» in una serie di eventi tra cui il WoodStreet in Arengario e la mostra dedicata al compensato curvato ai Musei Civici in cui si potranno ammirare complementi di arredo realizzati da maestri artigiani brianzoli, alcuni dei quali hanno ottenuto importanti riconoscimenti. In Lombardia, ha ricordato il primo cittadino, le imprese del settore sono 14.000 e contribuiscono all’economia italiana con 8,7 miliardi di euro di cui 3 destinati allo scambio con l’estero. «Le nostre aziende – ha proseguito Allevi – continuano a essere all’avanguardia e affrontano con creatività, coraggio e determinazione le sfide del mercato globale».

Il FuorisaloneMonza, ha aggiunto, si inserisce tra le iniziative promosse dall’amministrazione per rendere la città sempre più viva sia dal punto culturale che sportivo: «La vivacità – ha commentato – fa bene a tutti anche per l’indotto che genera».

La manifestazione, ha precisato l’assessore alle Attività produttive Massimiliano Longo, è nata dall’estensione del Wood Street avviato dalla passata amministrazione ed è cresciuta grazie al coinvolgimento di diversi soggetti.

I visitatori potranno trovare i volantini con le date degli appuntamenti all’infopoint allestito in piazza Roma da Apa Confartigianato: «Un evento del genere diffuso in città – ha affermato il segretario generale degli artigiani Paolo Ferrario – è importante in un periodo in cui tutti, grazie al Salone del mobile, parlano di design. Le imprese sono contente di essere presenti all’Arengario e sperano che la loro partecipazione» abbia effetti positivi sulla produzione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA