Cosa c’è su il Cittadino di giovedì 7 dicembre (c’è la Top 500 +)
prima pagina il cittadino giovedì 7 dicembre 2017 (Foto by Chiara Pederzoli)

Cosa c’è su il Cittadino di giovedì 7 dicembre (c’è la Top 500 +)

il Cittadino è in edicola ed è la settimana della Top 500 +, la classifica delle 800 migliori aziende di Monza e Brianza per fatturato distribuita gratuitamente con il giornale di giovedì 7 e sabato 9 dicembre. Anche in edizione digitale.

il Cittadino è in edicola ed è la settimana della Top 500 +, la classifica delle 800 migliori aziende di Monza e Brianza per fatturato distribuita gratuitamente con il giornale di giovedì 7 e sabato 9 dicembre. Anche in edizione digitale. La ricerca è stata presentata con un grande evento in Villa reale (qui il riassunto della diretta degli interventi, le foto e le interviste) e si presenta in 104 pagine con la classifica integrale, approfondimenti, focus e la cronaca della serata di lunedì.

Il giornale si può comprare anche all’edicola digitale (VAI)

prima pagina top 500 + 7 e 9 dicembre 2017

prima pagina top 500 + 7 e 9 dicembre 2017

In apertura di giornale c’è la criminalità secondo i dati Istat: la Brianza è un’isola felice, dicono i numeri, anche per chi commette i reati però. Solo il 12,3% dei responsabili è assicurato alla giustizia. Nove reati su 10 sono senza colpevoli. Con Milano è uno dei dati peggiori in Italia.

In primo piano la “tangenziale dei treni svizzeri” che attraverserebbe Monza e Brianza nel progetto di collegamento “Lu.Mi.Med”, ovvero da Lugano al Mediterraneo. Si tratta di un’idea strategica di una super ferrovia interamente dedicata ai treni merci: un by-pass da 200 treni al giorno.

In tema di treni, la smentita di Rfi della notizia di immobili da abbattere in centro lungo la ferrovia a Monza che si è rincorsa di mail in mail. Una fake news.

In evidenza la Reggia di Monza e il piano milionario per alberi e boschi. Ma non solo. Si tratta degli interventi finanziati con un quarto dei primi 23 milioni assegnati da Regione Lombardia: sul giornale anche il check up dello stato di salute del parco.

prima pagina il cittadino giovedì 7 dicembre 2017

prima pagina il cittadino giovedì 7 dicembre 2017

In cronaca nera il nuovo blitz della polizia locale che con 25 agenti e tre unità cinofile è stata impegnata in un maxi-controllo antidroga. Le indagini della Procura di Monza invece hanno portato all’arresto di otto persone – due a Vimercate – responsabili di truffe telefoniche agli anziani.

La politica. Continuano le polemiche sullo spezzatino brianzolo causato dalla nuova legge elettorale Rosatellum. La Provincia ha scritto al ministro dell’Interno Marco Minniti per chiedere la revisione dei collegi elettorali.

A livello cittadino: le difficoltà del bilancio partecipativo e i progetti scolastici che rischiano di saltare. Sono sedici gli interventi approvati e in attesa di fondi ora in dubbio. E i dirigenti scrivono alla Giunta.

Sono solo dieci invece i progetti proposti dalle consulte che saranno finanziati dal Comune; la buona notizia è che il sindaco Allevi ha scongelato gli organi di quartiere, che rimarranno insieme ai centri civici.

Una nuova storia sul tema della mafia. Il Cittadino racconta quando la Brianza diventò la nuova casa dei boss. Era la fine degli anni ’70 e i primi mafiosi arrivarono al confino nei Comuni più piccoli del territorio, sostenuti in tutto. Uno su tutti: Tano Badalamenti. Lo racconta un uomo dell’Arma che lavorò tra Monza, Desio e Seregno.

In cronaca si parla anche di viabilità con i cavi conta auto comparsi in città, trasporti con la nuova rivoluzione senza tagli degli autobus brianzoli, di Natale con le iniziative inaugurate (Christmas Monza) e quelle in arrivo.

Dai quartieri. L’incontro di Sant’Albino con l’assessore Villa e i correttivi per la nuova rotonda; il semaforo intelligente di via San Gottardo così intelligente da paralizzare tutto il traffico; i guai di piazza Diaz tra bivacchi, risse, sporcizia e sesso sotto i portici; i lavori bloccati improvvisamente sulla Sp 6 e la via Boito condannata al caos; i cantieri infiniti della scuola Bonatti; l’addio di Cristo Re al suo volontario Roberto Veggiato.

Per i “Tipi monzesi” parla Annamaria Paracchini, giudice di pace cresciuta in città dagli scout alla contestazione, passando per lo Zucchi. Ha fondato la onlus “Valeria” che si occupa di insegnare ai ragazzi diritti e doveri e con cui combatte bullismo e cyberbullismo.

Dal carcere di Monza il progetto “MinoreUguale” che con Cooperativa Alice e Fondazione comunità Mb ha insegnato ai detenuti a realizzare borse in pelle di ottima fattura grazie al coinvolgimento del team di Ilaria Venturini Fendi. Borse in vendita per finanziare corsi di alta formazione per i detenuti della casa circondariale monzese.

In sport si parla di Monza Rally Show e di gestione dello stadio Brianteo.

Il CittadinoPiù ha una copertina dedicata ai vincitori del Premio “Costruiamo il futuro”. In economia aziende e sponsorizzazioni sportive. In cultura la presentazione della mostra di Giuseppe Locati in Villa reale, di Alberto Casiraghy alla Leo Galleries, dell’ex Isa alla Triennale di Milano.

Il Cittadino in edicola presenta anche i regali in arrivo per i lettori. Giovedì 14 e 16 dicembre, grazie alla rinnovata collaborazione con il Fai - Fondo ambiente italiano Mb e Bellavite editore in omaggio con il giornale ci saranno i cinque calendari 2018 di Monza e delle Brianze. Per il secondo anno consecutivo è stata realizzata anche l’agenda del Cittadino con le foto di Marzio Franco, in vendita nelle edicola a 3,50 euro (più il prezzo del giornale)

Il Cittadino apre anche la campagna abbonamenti: in regalo gadget targati Monza 1912 o biglietti per il teatro Manzoni.

In edicola anche la pagina di Domande&offerte di lavoro.

Come ogni giovedì il Cittadino è in piazza Roma, vicino all’arengario, con la redazione mobile. Dalle 9.30 alle 12.30.

© RIPRODUZIONE RISERVATA