Allarme Enel contro la truffa via mail: «Il link ha un virus che blocca il pc»
La falsa bolletta dell'Enel

Allarme Enel contro la truffa via mail: «Il link ha un virus che blocca il pc»

In posta elettronica ne arrivano a più riprese, con richieste di pagamento esorbitanti. Solo che nulla di quelle bollette è vero e l’Enel corre ai ripari, a sua volta con una mail: «Il link contiene un virus informatico che blocca il contenuto del pc».

In posta elettronica ne arrivano a più riprese, con richieste di pagamento esorbitanti: 600, 700, 800 euro e oltre per la fornitura di energia elettrica. Solo che nulla di quelle bollette è vero e sono solo una truffa perpetrata usando il nome dell’Enel. Si capisce guardando il codice fiscale o il numero cliente. Ma per evitare qualcuno possa cascare nella rete, il gestore dell’energia elettrica è corso ai ripari: a sua volta con un messaggio in posta elettronica in cui si dice “in prima linea contro le truffe informatiche”.

«A seguito di segnalazioni di mail dal contenuto ingannevole, inviate da un indirizzo apparentemente riferito a una società del gruppo Enel, l’azienda ha avviato tutte le azioni necessarie per la tutela dei clienti e delle società del gruppo – si legge - Il destinatario riceve una finta bolletta e viene invitato a regolarizzare una morosità sulla fornitura o a scaricare un allegato, che in realtà riporta ad un link contenente un virus informatico che blocca il contenuto del pc. L’obiettivo è chiedere poi un riscatto alla vittima dell’attacco per ottenere lo sblocco del pc e la decifratura dei dati».

Si tratta solo di un tentativo di raggiro, simile ad altri più volte denunciati da aziende e istituti finanziari.

«Le procedure aziendali non prevedono in alcun caso la richiesta di fornire o verificare dati bancari e/o codici personali attraverso link esterni – continua - Enel ha già informato le autorità competenti e richiesto la chiusura dei siti malevoli. L’azienda invita chiunque riceva una e-mail sospetta a non cliccare i link presenti all’interno dei testi e a verificare l’autenticità della richiesta attraverso i consueti canali di contatto: Punti Enel presenti sul territorio o i numeri verdi 800 900 800 per Enel Servizio Elettrico e 800 900 860 per Enel Energia».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (1) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
Carisna Lughera scrive: 12-02-2016 - 18:33h
Si, l'ho ricevuta anch'io e non nella posta indesiderata come avrebbe dovuto essere, grazie Microsoft, sul momento ho lanciato tutti i mie strali su enel che a dire il vero tempo fa mi ha già scucito una somma simile per un a sua detta conguaglio... L'unica cosa sbagliata era oltre al colorito della fattura anche il codice fiscale. Mai dare i propri dati on line. Understood Cittadino. firmato Carisna Lughera