#Sanremo2016, niente finale per Irama: «Deluso? Neanche per sogno: adesso esce il mio disco»
Irama (Foto by Redazione online)

#Sanremo2016, niente finale per Irama: «Deluso? Neanche per sogno: adesso esce il mio disco»

Era la voce più giovane del Festival di Sanremo numero 66. Il monzese Irama, in gara tra le Nuove proposte, è stato eliminato nello scontro diretto con Ermal Meta. «Deluso? Neanche per sogno. E adesso esce il mio disco».

“Volevo nascere senza pensieri, le crisi di panico quando penso troppo”. E un po’ di panico, o almeno qualche naturale e sana palpitazione, deve averla provata quando mercoledì sera Irama ha calcato il palcoscenico del teatro Ariston. Un’avventura che si è subito conclusa, con l’eliminazione nello scontro con Ermal Meta, ma che non ha piegato l’entusiasmo del diciannovenne artista monzese, all’anagrafe Filippo Maria Fanti, la voce più giovane a questo sessantaseiesimo Festival della canzone italiana.

L’esibizione di Irama al Festival di Sanremo

«Deluso? Neanche per sogno. È stato un onore straordinario per me cantare su quel palco accompagnato dall’orchestra di Sanremo».
Spente le luci della ribalta televisiva, per il giovanissimo rapper inizia ora la promozione del suo primo album, “Irama”, in uscita venerdì 12 febbraio (anche il giorno della finale delle Nuove proposte).
«Sanremo era una sfida, è stata una bellissima vetrina che mi ha fatto conoscere al grande pubblico, ora voglio solo dedicarmi al disco e a portare in giro il più possibile la mia musica, che alla fine è l’unica cosa che conta», continua.

LEGGI Chi è Irama

I programmi futuri sono quindi la promozione dell’album e probabilmente un tour nei prossimi mesi. «Sono davvero carico, non vedo l’ora di continuare, questo è solo l’inizio», ammette toccando scaramanticamente ferro. Anche se il televoto non lo ha premiato, il suo brano, “Cosa resterà”, è tra i più cliccati e visualizzati: moltissimi gli apprezzamenti seminati dai fan sui social, primo autentico palcoscenico del giovane artista.

Il verdetto del quarto di finale tra Irama e Ermal Meta

«Chi è interessato alla mia musica mi può trovare su Facebook sulla pagina Irama e su Instagram e Twitter con Iramaplume. Tutte le novità e le date delle mie esibizioni saranno pubblicate lì», spiega ai fan.

Estroverso e solare quando parla della sua musica, timido e riservato appena gli si chiede dei colleghi cantanti e di qualche aneddoto da dietro le quinte. «Non c’è molto tempo per fare nuove amicizie – precisa – Ho conosciuto Alessio Bernabei e Neffa al Dopofestival, ma lì sei talmente concentrato che pensi solo a fare al meglio il tuo pezzo. Gli artisti rimangono in camerino a provare e riprovare fino a quando non vengono chiamati a salire sul palco. È una macchina precisissima e frenetica il Festival, c’è davvero poco tempo per chiacchierare».

E la finale? «Quella non me la perdo, in fondo Sanremo è Sanremo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA