Quando Monza racconta Auschwitz

Un mini-documentario di Mbtv

Quando Monza racconta Auschwitz  Un mini-documentario di Mbtv

La giornata della memoria raccontata da Monzabrianzatv. Con un documento speciale: una lunga intervista ad Alberto Colombo, monzese, i cui nonni sono stati deportati l’11 dicembre 1943 ad Auschwitz. Lunedì 27 gennaio alle 21 su Mbtv (618 del digitale terrestre) e sul cittadinomb.it: vai al video .

La giornata della memoria raccontata da Monzabrianzatv. Con un documento speciale: una lunga intervista ad Alberto Colombo, monzese, i cui nonni sono stati deportati l’11 dicembre 1943 ad Auschwitz.

Guarda il video

Il piccolo documentario realizzato da Sarah Valtolina andrà in onda lunedì sera, 27 gennaio, il giorno in cui l’Italia ricorda tutte le vittime della deportazione e della follia nazifascista. La storia dei familiari di Alberto Colombo è una delle tante storie e per questo è una storia esemplare: una, per raccontarle tutte. Una, per descrivere il dolore da dentro.

È la storia di Alessandro Colombo e Ilda Zamorani, monzesi, ebrei. Quel giorno di dicembre sono stati arrestati sulla soglia di casa, portati in stazione, a Milano, poi un treno ha attraversato l’Europa e li ha fatti scendere nel campo di sterminio. Da lì alle camere a gas. «Avevo solo tre anni» aveva raccontato al Cittadino, un anno fa, il nipote. È il monzese Alberto Colombo. «Della nonna, che era nata a Ferrara nel 1880, so che era una brava pianista e poi tempo fa mi sono imbattuto quasi per caso nel suo nome in alcuni numeri di un giornale per ragazzi». Il nonno era nato a Pitigliano nel 1895.

Nel settembre del 1943 la famiglia si divide. Alcuni si trasferiscono nelle Marche, in un luogo sicuro. Gli anziani genitori cercano riparo nell’affollata Milano: a Monza sono in troppi a conoscerli. E la taglia, per un ebreo, è di cinquemila lire. È l’inizio di novembre, quando lo zio Piero parte in bicicletta da Milano per andare a trovare il fratello. «È allora che il nonno commette un’imprudenza gravissima: torna a Monza, per prendere le fotografie mie e di mia sorella. La nostalgia dei nipoti».

Una soffiata e l’arresto. La moglie si costituisce poco dopo, per non lasciarlo solo. Il 6 dicembre partono dal famigerato binario 21. L’11 sono ad Auschwitz. Lunedì alle 21 su Monzabrianzatv (canale 618, anche in streaming) e su ilcittadinomb.it.


© RIPRODUZIONE RISERVATA