Monza, parte il Festival Lì sei Vero: tavole rotonde e il video-concorso “Back to life”
Enrico Roveris, condirettore con Daniela Longoni del Festival Lì sei vero

Monza, parte il Festival Lì sei Vero: tavole rotonde e il video-concorso “Back to life”

Inizia lunedì 26 ottobre la settimana del Festival Lì sei vero i teatro e disabilità: quattro tavole rotonde in streaming e l’edizione speciale “Back to life” con il concorso video per raccontare una quotidianitòà stravolta.

Video più che mai veri, riprese fatte di una quotidianità stravolta, dove la resilienza, nella sue mille forme, è divenuta ancor più normalità condivisa. La compagnia teatrale “Il Veliero” chiama a raccolta, a distanza, in una edizione speciale “Back to life” (dal 26 ottobre all’1 novembre) del suo festival di teatro e disabilità: compagnie teatrali di tutta Italia, ma anche cooperative e associazioni di Monza e della Brianza, per raccontare giorni, settimane, mesi di lockdown, di distanza fisica ma anche di vicinanza reale, fatta di videochiamate, di laboratori virtuali, di volti da uno schermo, certo, ma che ci sono sempre stati.

Così il contest teatrale diventa per necessità, e per fantasia, contest video. Saranno infatti i filmati girati nei mesi di lockdown della scorsa primavera al centro del concorso voluto fortemente e ideato da “Il Veliero” e dalla direzione artistica di Chicco Roveris e Daniela Longoni. Un evento che negli anni è stato poi condiviso da Teatro la Danza Immobile, la rete di Tiki Taka, Csv, Centro di servizio per il volontariato Monza Lecco Sondrio e dal patrocinio del Comune di Monza e della Fondazione della comunità di Monza e Brianza.

Il palcoscenico è il luogo eletto degli appuntamenti che scandiscono la manifestazione. Ed anche quest’anno, in qualche modo, si torna a teatro, ma il calendario di eventi collaterali è da qualche anno ricco e condiviso, perché tutti coloro che ogni giorno affrontano i temi dell’inclusione (istituzioni, onlus, enti di settore) siano attori protagonisti di una visione comune e di un cambio di passo.
«Ancora di più in un momento storico dove tutto deve essere ripensato ma tutto deve continuare» sottolineano i promotori.

Quattro dunque i tempi di confronto, dialogo e incontro di questa edizione. Quattro tavole rotonde, tutte dalle 15 alle 17 in streaming su Radio Binario 7. Parte così il festival 2020. Primo appuntamento lunedì 26 ottobre su “Il welfare di comunità chiave per l’inclusione....di tutti”: tanti relatori per parlare di forza delle relazioni, riconquista di spazi di socialità anche in tempi di emergenza sanitaria.

Martedì 27 sarà la volta del tema “Lo sport il motore per ripartire dai giovani”, più che mai attuale viste le ultime restrizioni dettate dalla recrudescenza del Covid 19 e le conseguenti difficoltà. Al centro la necessità di confrontarsi sulla realizzazione di condizioni che facilitino, rendano visibili e diano continuità ad esperienze già in essere.

Il 28 ottobre sarà la volta di “Scuola ed educazione diffusa” e della necessità di strategia comuni tra scuola e terzo settore per collaborazioni finalizzate alla co-progettazione di percorsi educativi e buone pratiche che potrebbero diventare pratiche abituali.

L’evento del 29 ottobre “Le relazioni di comunità – luoghi di umanità” sarebbe stato l’unico anche in modalità live al Binario 7. Resta una tavola rotonda dove esperti di sport, scuola, inclusione sociale e welfare di comunità guideranno in un approfondimento delle riflessioni e delle questioni emerse nei dibattiti dei giorni precedenti.

E intanto ci sarà tempo sino al 27 ottobre per inviare materiale video per partecipare al concorso. Due le sezioni: per le compagnie teatrali (lockdown “quotidiano”) e per le realtà territoriali (comunità da lockdown). I video vanno inviati a [email protected].


© RIPRODUZIONE RISERVATA