Arcore: l’arte a tutto tondo per il Festival della Cultura
Arcore Festival della cultura in Villa Borromeo: il toro Impetus (Foto by Chiara Pederzoli)

Arcore: l’arte a tutto tondo per il Festival della Cultura

Presentato il festival della letteratura di Arcore che per l’edizione numero quattro torna, pensa più in grande e diventa Festival della Cultura intitolato all’artista Alik Cavaliere. È in programma dal 27 aprile all’8 giugno. Tra gli ospiti Mario Luzzato Fegiz, Silvana Fallisi, Alberto Casiraghy.

La letteratura come base. Poi cinema e teatro, musica, arte, poesia e confronto sull’attualità. E la nuova Villa Borromeo. È il festival della letteratura di Arcore che per l’edizione numero quattro torna, pensa più in grande e diventa Festival della Cultura intitolato all’artista Alik Cavaliere. È in programma dal 27 aprile all’8 giugno e graviterà intorno alla Villa e al suo parco.

Arcore Festival della cultura in Villa Borromeo: il toro  Impetus

Arcore Festival della cultura in Villa Borromeo: il toro Impetus
(Foto by Chiara Pederzoli)

A partire da “Impetus”, l’evoluzione del Toro di Ambro Moioli che aveva fatto parlare nelle precedenti edizioni, che accoglie i visitatori varcato il cancello con una forza espressiva amplificata rispetto al predecessore.

Il programma è oltremodo ricco, come già nel passato. Per l’inaugurazione è in programma un galà lirico al Teatro Nuovo e la musica giocherà un ruolo importante: Philippe Daverio, Pupi Avati e Andrea Vitali passeranno il testimone al critico musicale Mario Luzzato Fegiz (11 maggio), al maestro Angelo Mantovani e Stefano Salvatori e Suoni d’Ombra.

Per il cinema e il teatro, l’ospite speciale è l’attrice Silvana Fallisi. Poi il regista Stefano Riccioni e il programma di due spettacoli teatrali con la scrittrice e storica assistente di Giorgio Strehler, Stella Casiraghi, che grazie a un libro per ragazzi crea un autentico fil-rouge con l’atteso Young Festival. Protagonisti in questo caso il gruppo musicale Wild Koales acustic trio, Sara Rordorf, gli scrittori Luigi della Rosa e Francesco Sironi e poi Matteo Colombo, Luca Priori e Pietro Fassina nella presentazione del libro Study Building scritto dal professor Raffaele Mantegazza. Nell’ambito dello Young Festival anche il laboratorio per bambini “Letture per civette e pipistrelli” organizzato da Melting Pot nel parco (19 maggio).

La poesia è rappresentata in questa edizione da Alberto Casiraghy, di Pulcinoelefante, impegnato in un inedito confronto con Silvana Fallisi (19 maggio) e in un reading nella Cappella Vela con la poetessa Sabrina Caciotto.

La novità 2018 del Festival è il settore della legalità per cui gli studenti dell’Istituto Ipsia Meroni di Lissone hanno realizzato un apposito logo sul progetto di Giorgia Bertolini (della 4TGC1) scelto dal Comitato Scientifico del Festival. Nell’ambito legalità in calendario due rappresentazioni teatrali - della Compagnia il Quadrifoglio dal titolo “E ora che si fa” e l’evento “Inchiostri d’amore” con i carteggi recitati tra Alberto Dalla Chiesa e Emanuela Setti Carraro – e l’incontro con Nando Dalla Chiesa.

Attualità anche nella serata con il giornalista Aldo Cazzullo (22 maggio) dedicata al suo ultimo libro “Metti via quel cellulare”, nato da un dialogo in famiglia con i suoi due figli.

L’arte è al centro della manifestazione con il Parco delle Sculture tra le Scuderie e la Sala Camino. Il fulcro è l’esposizione dedicata ad Alik Cavaliere, a breve protagonista di un’antologica a Palazzo Reale, e alle sue opere sull’Orlando Furioso. Il parco delle sculture si inaugura il 28 aprile con una performance lirica nel percorso firmato Alessio Ceruti, Ambro Moioli, Simona Ripamonti, Chiara Rossato, Sonia Scaccabarozzi

Arte anche nello spettacolo teatrale dedicato a Caravaggio, nella conferenza del fotografo Giorgio Fossati con il progetto dedicato alla Madonna Sistina di Raffaello ed esposto allo Spazio Viterbi di Bergamo e la presentazione ufficiale tra le mura della nuova Villa Borromeo D’Adda del restauro del dipinto Fuga in Egitto attribuito al Nuvolone con il giovane storico Damiano Spinelli (3 giugno) e l’esposizione dei disegni di Carlo Poliseno in Sala Camino.

Donne protagoniste infine con i loro libri e le loro storie: la giovanissima Elisa Luvarà, la sportiva e modella Roxana Dobrica, Elisabetta Sangalli, Carmela Scotti, la speaker radiofonica di Radio Lombardia Emanuela Donghi. Durante tutta la manifestazione campeggerà il logo della Onlus Doppia Difesa creata da Michelle Hunziker e Giulia Buongiorno. La giornata del 2 giugno sarà interamente dedicata alle donne con una speciale sorpresa (alle 16.30) confezionata dalla stessa showgirl. Nella stessa giornata è prevista una speciale tavola rotonda interamente dedicate alle donne con Paola Palma, Assessore alla Cultura del Comune di Arcore, Lucia Bianchi, assessore alla Cultura del Comune di Talamona (So), le artiste Cristiana Zamboni e Sonia Scaccabarozzi e la psicologa Ljuba Lucariello (Centro il Melograno).

Il festival è sostenuto dal main sponsor Acsm Agam con Enerxenia e organizzato dal Comune di Arcore.


© RIPRODUZIONE RISERVATA