Serie C, mister Mariani dopo il pari del Seregno a Mantova: «Ci prepariamo alla Juve lavorando ancora di più»
Un tentativo di testa di Cocco - foto Alessio Morgese/Seregno 1913

Serie C, mister Mariani dopo il pari del Seregno a Mantova: «Ci prepariamo alla Juve lavorando ancora di più»

L’analisi di mister Mariani dopo il secondo pareggio consecutivo per il Seregno, domenica contro il Mantova, e prima della trasferta a casa della Juve Under 23.

Secondo pareggio consecutivo per il Seregno, che ha sprecato, impattando in casa contro il Mantova, una ghiotta opportunità per fare un balzo in avanti importante nella classifica di Serie C. Il copione della gara ha ricalcato quello di altre uscite di questo campionato, con gli azzurri che hanno a lungo tenuto in mano il pallino del gioco, ma non hanno saputo concretizzare una superiorità a tratti evidente.

«Qualche gol in più lo avremmo potuto fare - ha commentato negli spogliatoi il tecnico azzurro Alberto Mariani - ma abbiamo avuto il torto di regalare la prima mezz’ora del secondo tempo e quello di prendere un gol subito all’inizio. Il rammarico è qui».

Mariani ha quindi continuato la sua analisi: «Se incassi una rete dopo 3’, la partita cambia assolutamente di inerzia. Poi ci siamo messi lì a battagliare e abbiamo fatto tutto quel che dovevamo per pareggiare. Avremmo potuto segnare prima del gol di Lorenzo Valeau, poi nel secondo tempo avremmo dovuto fare meglio nella prima mezz’ora. Paradossalmente, abbiamo prodotto di più quando siamo rimasti in dieci, per l’espulsione di Andrea Invernizzi, che mi è parsa molto forzata. Difficilmente in quella situazione il nostro ragazzo avrebbe potuto essere considerato l’ultimo uomo».

Le immagini televisive hanno confermato come il fallo di Invernizzi sul mantovano Lorenzo Bertini, ancora ad una trentina di metri dalla porta, sia avvenuto mentre Andrea Gemignani era più avanti dei due e in una posizione che gli avrebbe consentito di provare una chiusura sull’avversario. Al contrario, le stesse immagini hanno chiarito come, in occasione della rete in apertura, il centravanti ospite Luca Paudice non fosse in fuorigioco, poiché al momento del tiro precedente di Filippo Guccione, stampatosi sul palo grazie ad una deviazione di Ermanno Fumagalli, era dietro la linea della palla.

«Adesso - ha concluso Mariani - abbiamo una settimana di tempo per preparare la prossima partita in trasferta contro la Juventus Under 23. Lo faremo lavorando più del solito, anche se già lavoriamo davvero tanto».


© RIPRODUZIONE RISERVATA