Monza vuole diventare Wimbledon e alza il montepremi del torneo Atp a 1 milione di euro
Le aree in cui verrebbero allestiti i campi su erba

Monza vuole diventare Wimbledon e alza il montepremi del torneo Atp a 1 milione di euro

Dopo il sopralluogo tecnico i promotori del torneo Atp di tennis sull’erba in autodromo alzano il montepremi a 1 milione di euro (e un’auto di lusso al vincitore): in estate la decisione di Londra.

Una settimana dopo il sopralluogo degli esperti Atp a Monza i promotori del primo torneo internazionale sull’erba in città alzano la posta in gioco: il montepremi dell’eventuale manifestazione sportiva passa da 775mila euro a un milione. Più un’auto sportiva di lusso al vincitore.

A comunicare il rilancio è Claudio Scopece, direttore generale di Mito Group che sta portando avanti l’iniziativa insieme al Comune di Monza e Sias, cioè l’autodromo: lì infatti verrebbero allestiti i campi da tennis su erba nel caso Atp, l’Association of Tennis Professionals con sede a Londra, nel corso dell’estate dovesse dire sì all’Italia. Sarebbe, nel caso, uno dei tornei più ricchi del circuito mondiale 250, che ha esordito dieci anni fa e prevede l’assegnazione di 250 punti al vincitore: sono manifestazioni con tabelloni a 32 partecipanti per il singolare e a 16 coppie di doppio.

«Questo evento intende caratterizzarsi per rappresentare al meglio le eccellenze italiane, in ogni campo, e intende inserirsi a pieno titolo nel processo di grande crescita che sta vivendo la Lombardia agli occhi del mondo. Con la città di Monza, proprio a due passi da Milano, che spinge forte e tira molto» ha detto Scopece, per il quale sarebbe l’occasione «per condensare in una settimana una serie di eventi collaterali importanti, riunendo brand di prima grandezza, celebrando le eccellenze italiane e mettendo Monza al centro delle attenzioni del mondo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA