Giochi 2026, il leghista Monti candida la Villa reale di Monza alle Olimpiadi di Milano-Cortina

Il consigliere regionale leghista Andrea Monti prova a far entrare la Brianza nella mappa delle olimpiadi invernali di Milano-Cortina 2026 e lo fa con la proposta di candidare la Villa Reale di Monza a sede di rappresentanza delegazioni olimpiche.

Il consigliere regionale leghista Andrea Monti prova a far entrare la Brianza nella mappa delle olimpiadi invernali di Milano-Cortina 2026 e lo fa con la proposta di candidare la Villa Reale di Monza a sede di rappresentanza delegazioni olimpiche.

LEGGI Giochi 2026 a Milano-Cortina, a Losanna vince l’Italia: «Premiato il gioco di squadra»

«Siano Olimpiadi diffuse. Perché non candidare la Villa Reale di Monza a sede di rappresentanza per le delegazioni olimpiche? – ha detto vice capogruppo della Lega al Pirellone – È stata una vittoria del Lombardo-Veneto e l’imporsi di un modello a suo modo rivoluzionario di concepire la candidatura olimpica. Da una parte l’idea della “doppia sede”, criticata da molti ma risultata vincente. Dall’altra la mossa di aver puntato tutto su un dossier sobrio ma solido, frutto del pragmatismo tipico delle due regioni interessate. Ora dobbiamo pensare a come realizzare i Giochi invernali e ad essere rivoluzionari anche nella loro organizzazione. Mutuando il modello vincente dell’Expo dobbiamo tentare di coinvolgere tutti i territori, facendo sì che siano delle Olimpiadi realmente diffuse. Proprio in forza di questo concetto vorrei proporre l’idea, non nuova, di candidare la nostra splendida Villa Reale di Monza a sede di rappresentanza delle delegazioni internazionali. Del resto quale luogo migliore per far da cornice ad eventi, incontri e momenti istituzionali, destinati a rimanere nel cuore e nella mente di tutti i partecipanti?».

La Villa Reale era già stata candidata a sede di rappresentanza in occasione di Expo 2015.


© RIPRODUZIONE RISERVATA