Doppia finale mondiale per Ferlito

Ad Anversa fuori Matteo Morandi

Doppia finale mondiale per Ferlito  Ad Anversa fuori Matteo Morandi

Due finali per Carlotta Ferlito ai Mondiali di Anversa. L’azzurra della Gal Lissone, 18 anni, ha conquistato il pass nell’all around e alla trave, la sua specialità. In finale anche la bresciana Vanessa Ferrari, campionessa del mondo 2006. Niente da fare per Matteo Morandi agli anelli.

Due finali per Carlotta Ferlito ai Mondiali di Anversa. L’azzurra della Gal Lissone, 18 anni, ha conquistato il pass nell’all around e alla trave, la sua specialità. Insieme a lei, finali anche per la bresciana Vanessa Ferrari, campionessa del mondo 2006.

Ferlito si è qualificata tra le migliori ventiquattro nel concorso generale col 14esimo punteggio (54.948), Ferrari con l’ottavo (56.915). In testa alla classifica di ammissione l’astro nascente Simone Biles, che con 60.133 precede la connazionale stelle e strisce Kyla Ross (59.198) e la cinese Yao Jinnan (57,965). Finale venerdì sera.

Alla trave le azzurre hanno ottenuto il sesto e il settimo punteggio a pari merito: 14.216 per entrambe nella classifica guidata dalla rumena Iordache (15.266). In questa specialità Ferlito ha vinto l’argento europeo nel 2011. La finale è domenica.

«Finale mondiale all around e finale mondiale a trave. Non potrei essere più contenta #ildurolavoroavolteripaga», ha commentato su Twitter.

L’esercizio di Ferlito alla trave.

Vanessa Ferrari in finale anche al corpo libero: quarto punteggio alle spalle di Biles, Izbasa e Iordache.

Gara maschile - Nulla da fare invece per Matteo Morandi agli anelli. Il sergente aviere di Vimercate, 32 anni, un bronzo alle Olimpiadi di Londra e l’abitudine alle finali di specialità, è rimasto fuori dalla finale chiudendo la prova col decimo punteggio.

«Le mie sensazioni non erano male - ha raccontato Morandi a Federginnastica.it - mi sentivo abbastanza bene sulle parti di forza, forse l’unica pecca è stato il ritardo nell’allineamento della gran volta di dorso. Ho perso almeno un decimo che a questi livelli è decisivo. Speravo comunque di prendere qualcosa in più del 15.400 finale, adesso mi ritrovo a fare il turista. Peccato! Mi resta la soddisfazione di aver fatto un buon esercizio, stoppando bene anche l’uscita».   


© RIPRODUZIONE RISERVATA