Calcio serie C, la prima sfida   playoff al Monza: a segno  Marchi e Reginaldo, ora il Sudtirol FOTO  e VIDEO
Monza: il tifo biancorosso allo stadio Brianteo

Calcio serie C, la prima sfida playoff al Monza: a segno Marchi e Reginaldo, ora il Sudtirol FOTO e VIDEO

FOTO - VIDEO - Allo stadio Brianteo in scena la partita di playoff tra Monza e Fermana, squadra che nella “regular season” i biancorossi hanno battuto 3 a 0: finisce 2 a 0 con reti di Marchi e Reginaldo, nel secondo turno i biancorossi dovranno sfidare il Sudtirol.

Il Monza batte la Fermana e passa il primo turno dei playoff. Nel secondo incontrerà il Sudtirol. Analizzando la partita, dopo un buon primo tempo, anche la ripresa è adatta a chi teme sobbalzi del cuore, visto il ritmo basso. L’esito della gara non è mai in bilico, anche se di occasioni (Chiricò e Palazzi su tutti) mettono quel poco di pepe che basta per dare sapore alla seconda metà di gara. Reginaldo mette il sigillo alla partita e i tre punti riconciliano lo stadio con i biancorossi, dopo che durante la gara anche la curva (sempre impegnata in cori a favore della squadra) aveva esortato in modo colorito la tribuna a partecipare al tifo. Applausi per tutti, ma ancora urla per Brocchi, che come con la Viterbese all’andata si ferma a ridosso della tribuna per togliersi qualche sassolino dalle scarpe. Una coda di veleno in una serata iniziata con diffidenza e conclusa tra gli applausi.

LEGGI Calcio, playoff serie C: il secondo turno Monza-Sudtirol si gioca mercoledì alle 18.30

È FINITA 49’- Finisce qui, con il Monza che batte per 2-0 la Fermana e accede al secondo turno di playoff, dove incontrerà il Sudtirol.

48’- Gli ultimi secondi di gara servono al Monza per dare dimostrazione di averne ancora. Chiricò, tra gli altri, è quello che dimostra di averne di più. Un messaggio per Brocchi in vista della partita di mercoledì

45’- I minuti di recupero sono 4.

44’- Il Monza chiude in attacco, provandoci da destra e poi dall’altra parte, con parabole in area che però vengono rispedite al mittente.

42’- Il Monza regala minutaggio a Fossati e Tomaselli, che prendono il posto di Armellino e D’Errico.

41’- Sperotto dalla sinistra ci prova con un collo pieno che prende il primo palo difeso da Guarna.

39’- Il Monza potrebbe mettere il terzo sigillo, con Brighenti servito da Chiricò, ma il tiro è bloccato da Marcantognini.

SECONDO GOL DEL MONZA!!! 36’- GOL. Reginaldo chiude la partita con due azioni in trenta secondi. Prima serve Palazzi, che mette a sedere Marcantognini ma dalla sinistra la calcia senza farla entrare in porta. Sullo sviluppo dell’azione, Chiricò ci crede e la prende sulla bandierina e la rimette in mezzo per “il puma” Reginaldo, che di destro la mette nel sette.

35’- Galli esce tra gli applausi, al suo posto Palazzi.

33’- Chiricò è vivace sulla destra e ancora una volta getta le basi per un’azione pericolosa, servendo Marchi, respinto in angolo.

31’- Nella Fermana, D’Angelo prende il posto di Soprano.

29’- Chiricò tenta il colpo alla Recoba. Su rovesciamento di fronte, dopo che Guarna aveva anticipato in uscita la difesa di Scaglia, dal cerchio di centrocampo tenta di sorprendere Marcantognini, che rientra e la blocca a due passi dalla linea di porta.

Lo sparuto gruppo dei tifosi della Fermana al Brianteo

Lo sparuto gruppo dei tifosi della Fermana al Brianteo

27’- La Fermana si affida a un paio di giocate di Maurizi sulla destra, ma senza esito.

25’- Galli trova praterie in ripartenza sulla destra e serve D’Errico al limite dell’area, con un Monza in superiorità numerica. Il 10 di Brocchi calcia di interno a giro ma la palla non si abbassa.

24’- Seconda ammonizione anche per il Monza, di nuovo per un fallo a metà campo: cartellino sventolato in faccia a Galli.

23’- Dalla curva Pieri, calda sin dal primo minuto di gioco, parte un coro duro nei confronti del pubblico della tribuna.

22’- Ancora Monza col neoentrato Chiricò, che dalla destra la prende troppo di interno e la spedisce lontano da Marcantognini.

21’- Sulla corsia di sinistra, bella cavalcata di Anastasio, che arriva al tiro e spara forte ma alto.

19’- Triplice cambio: il Monza sostituisce Marchi e Ceccarelli con Chiricò e Brighenti. Dall’altra parte, la Fermana mette in campo Maurizi per un buon Giandonato, che esce senza prenderla affatto bene.

17’- D’Errico ruba palla sulla metà, serve Reginaldo che incespica. Due minuti dopo, Marchi ancora per Reginaldo il cui tiro in area viene sporcato da un difensore avversario.

16’- Primo cambio per la Fermana: esce Zerbo ed entra Lupoli.

13’- Il cartellino arriva invece per Armellino, che rincorre a metà campo e fa a sportellate con Fofana allargando il braccio.

La curva del Monza

La curva del Monza

12’- Brutto intervento di Soprano a metà campo, graziato da Zingarelli. In scivolata da dietro sulla caviglia destra di Reginaldo, senza che venga estratto il giallo

11’- Giandonato dà una lezione di tecnica, stoppando poco fuori il limite dell’area monzese, liberandosi di suola e calciando da fermo un destro potente che di poco supera la traversa di Guarna.

9’- Fasi confuse in mezzo al campo, con stop lunghi che spianano la strada a intercetti avversari. Su un lancio lungo, Zerbo controlla bene e se la porta in area. Scaglia chiude e devia in angolo.

7’- Gioco fermo per un paio di minuti dopo lo scontro tra la difesa ospite e Marcantognini, in uscita alta su un traversone dalla destra.

4’- Secondo ammonito per la Fermana, con Comotto che stende Reginaldo lanciato verso Marcantonini.

2’- La Fermana si affaccia timidamente dalle parti di Guarna con un sinistro di Sarzi Puttini.

1’ (S.T.) - Iniziata la ripresa.

Sarà anche la festa della mamma, ma il tifoso monzese non è in vena di regali. L’epilogo di Viterbo è una ferita ancora da cicatrizzare. E che, soprattutto, rischia di lasciare un segno sul volto di un Monza che dopo mesi di entusiasmo sembra aver perso l’immacolata ingenuità di chi pensava bastasse avere un sogno per poterlo realizzare.

Un’immagine del Brianteo al termine della prima frazione di gioco

Un’immagine del Brianteo al termine della prima frazione di gioco

Da conquistare, oltre il passaggio del primo turno di playoff, c’è innanzitutto fiducia ed entusiasmo di un Brianteo che accoglie tiepido il fischio d’inizio con una Fermana già battuta due volte in regular season. Brocchi conferma il 65% dei partenti della trasferta laziale, che poi erano pressoché gli stessi dell’andata di finale in Coppa. Ma gli impegni ravvicinati e la necessità di dare una scossa mentale fanno spostare le pedine a un Brocchi chiamato più degli altri a dare risposte ai tifosi. E in effetti Reginaldo e Ceccarelli, messi in campo dal primo minuto, sono tra i più positivi dei primi quarantacinque. La Fermana, di suo, più che dimostrare di dover fare un gol più del Monza per passare il turno, sembra pensare prima a non prenderle. Solo un paio di occasioni, una sola pericolosa con Malcore allo scadere, è troppo poco per spostare l’inerzia di una gara che anche in possesso palla dice, nel primo trequarti d’ora, dice solo Monza.

FINE PRIMO TEMPO: MONZA - FERMANA 1-0

Le squadre lasciano il campo al termine del primo tempo

Le squadre lasciano il campo al termine del primo tempo

45’- Un solo minuto di recupero prima dell’intervallo. Sessanta secondi che si chiudono con il Monza in possesso palla biancorosso interrotto dal bel recupero di Zerbo, che serve Malcore, a tu per tu con Guarna in uscita. Il destro esce di mezzo metro.

43’- Bella occasione per la Fermana, con Giandonato che si libera bene dai 25 metri e lascia partire un collo destro centrale che Guarna riesce a bloccare solo in due tempi.

40’- La Fermana prosegue nel suo atteggiamento di attesa, come se non fossero due i gol da segnare per continuare a sperare nei playoff. Primo cartellino giallo per Scrosta, che entra in ritardo su Galli a metà campo.

38’- Quando la Fermana tenta di ripartire, quasi sempre tutto il Monza si posiziona dietro alla palla, salvo poi ripresentarsi col tridente largo in fase offensiva. Galli e D’Errico fanno da vertici del rombo a metà e garantiscono vicinanza tra i reparti.

BELLA AZIONE DEL MONZA 37’- Bella azione con Ceccarelli che si libera del raddoppio, serve D’Errico che la offre a Marchi. La palla torna a Ceccarelli che resiste alla chiusura fisica della difesa gialloblu e calcia di poco alto.

Tommaso Ceccarelli in azione durante Monza-Renate

Tommaso Ceccarelli in azione durante Monza-Renate
(Foto by Fabrizio Radaelli)

35’ - La Fermana è passata a tre dietro, irrobustendo il centrocampo, dove è sempre Fofana a cercare il guizzo.

IL MONZA VICINO AL RADDOPPIO AL 31’ - Incredibile occasione del raddoppio per il Monza: Ceccarelli per Marchi, che la mette in mezzo per D’Errico, bravo a resistere al difensore avversario e ad allungarla di punto con Marcantogni in uscita. La palla si stampa sul palo, poi Ceccarelli la riprende, ma l’azione muore.

28’- Il Monza cerca costantemente di giocarla, come quando Lepore allarga sulla destra per D’Errico, bravo a servire Reginaldo che cerca l’imbucata in area senza fortuna.

26’- Episodio dubbio con Sperotto che in area tira giù Ceccarelli. L’arbitro non fischia e Marchi cerca di sfruttare il rimpallo, ma senza fortuna.

24’- Tanti lanci imprecisi da una parte e dall’altra, con Guarna e Marcantognini che controllano senza patemi. La monotonia del fraseggio è interrotta dal cross dalla sinistra di Anastasio, su cui si avventa in area D’Errico in sforbiciata, senza riuscire a centrarla.

22’ - La Fermana cerca di dimostrarsi viva, questa volta con Marcore, che strozza il pallone di interno destro e arriva in porta senza convinzione.

20’ - Ancora la Fermana dalle parti di Guarna, con Fofana che prova di destro ma calcia debole alla sinistra di Guarna, che si distende e raccoglie.

18’ - La Fermana prova subito a reagire con lo scambio tra Misin e Malcore che taglia in mezzo la difesa monzese, ma Guarna è bravo in uscita bassa.

GOL!! 16’ - Negro lancia lungo per Marchi che protegge bene, scambia con Reginaldo. La palla torna a Marchi che di piatto destro la butta dentro: MONZA-FERMANA: 1-0.

15’- Armellino si libera sulla destra e taglia l’area con un rasoterra su sui Marchi si avventa senza riuscire ad angolare. Palla sul fondo.

12’ - E’ il Monza a fare la partita, anche se il ritmo è basso. La Fermana, schierata a quattro dietro, sembra non avere fretta. D’Errico cerca spesso la sponda con Reginaldo, che sembra pimpante in questi primi scambi.

7’- Sullo sviluppo del corner, Negro salta di testa e ribatte in porta il rimpallo, infilando in rete. L’arbitro annulla per carica sul portiere.

Una fase della partita

Una fase della partita

6’- Clamorosa occasione per il Monza: ottimo scambio sul filo del fuorigioco tra Lepore e Armellino, che servono in area per Reginaldo, bravo a fare di sponda per Ceccarelli. Il numero 30, credendo di essere in fuorigioco, sbaglia a un metro da Marcantogni che libera in angolo.

3’ - Sono una trentina i tifosi ospiti, che raccolgono una punizione senza convinzione calciata alta da Giandonato.

2’- Il Monza parte con tre punte e Ceccarelli largo a destro. Subito Marchi prende il primo angolo, che Lepore serve in mezzo per la testa di Negro.

Ore 18.30: Partiti!

LE FORMAZIONI

Monza: Guarna, Lepore, Scaglia, Negro, Anastasio, Armellino, Galli, D’Errico, Reginaldo, Marchi, Ceccarelli. A disposizione: Sommariva, Fossati, De Santis, Chiricò, Lora, Brighenti, Marconi, Palazzi, Tomaselli, Bearzotti, Tentardini, Di Paola. Allenatore: Brocchi.

Fermana: Marcantognini, Soprano, Comotto, Scrosta, Sarzi Puttini, Misin, Giandonato, Fofana, Sperotto, Malcore, Zerbo. A disposizione: Valentini, Guerra, D’Angelo, Nepi, Maloku, Van Der Heiden, Otranto, Marozzi, Pavoni, Maurizi, Grieco, Lupoli. Allenatore: Destro.

Brocchi ne conferma sette rispetto alla partita di Viterbo di mercoledì: dell’undici partente cambiano solo Guarna, Anastasio, Reginaldo e Ceccarelli.

Che Monza sia città da riconquistare lo dimostra anche il numero degli assenti in tribuna. Molti più che i presenti. Adriano Galliani, in tribuna poco sopra il sindaco Dario Allievi, vede anche una Pieri con meno presenze rispetto a Vicenza o all’andata con la Viterbese.

L’ATTESA DEL FISCHIO DI INIZIO

Lo zenith dell’attesa è alle spalle. La sensazione è che l’obiettivo grosso, la serie B, almeno in questa fase sia parcheggiato con le quattro frecce. Il Monza, ancor prima che la Fermana, deve vincere il mal di pancia che l’epilogo della trasferta viterbese ha lasciato nel tifo biancorosso. L’amarezza per un atteggiamento poco aggressivo, non è andato giù del tutto alla tifoseria monzese.

Ogni gara, specie da dentro o fuori, è sfida a sé. Ma intanto i precedenti stagionali dicono Monza. Nell’ultima gara prima di Natale, lo scorso ‪22 dicembre‬, un gol di D’Errico aveva regalato i tre punti al Monza nella trasferta dell’andata sul campo della Fermana, in quel momento quarta nella classifica del girone B. D’Errico aveva insaccato il destro decisivo al 28’ del primo tempo e successivamente il Monza aveva avuto anche occasioni per raddoppiare, finendo poi per gestire nelle fasi finali di gara.

 Festa del gol per il Monza nell’ultima casalinga prima dei playoff di serie C: 3-0 alla Fermana al Brianteo con reti di Armellino su punizione al 45’, Tentardini servito da Reginaldo al 79’ e Chiricò all’88 per conquistare la posta piena che porta a 57 punti nella classifica del girone B.

(a cura di Stefano Arosio e della redazione online)


© RIPRODUZIONE RISERVATA