Vimercate, il caso Emma Houda: estradato in Italia il papà che rapì la figlia

Vimercate, il caso Emma Houda: estradato in Italia il papà che rapì la figlia

Sarebbe stato estradato in Italia il 40enne siriano che nel 2010 aveva rapito a Vimercate la figlia Emma, che allora aveva poco più di un anno, portandola in Siria. Lo riferisce l’agenzia Ansa. La mamma Alice Rossini: «Ora rivoglio mia figlia»

Sarebbe stato estradato in Italia il 40enne siriano che nel 2010 aveva rapito a Vimercate la figlia, che allora aveva poco più di un anno, portandola in Siria. Lo riferisce l’agenzia Ansa. Mohamed Kharat, 40enne siriano, l’aveva portata via alla madre ed ex compagna Alice Rossini, che da allora non ha mai perso la speranza di riabbracciare la figlia Emma Houda.

LEGGI Vimercate, il caso Emma Houda: rapì la figlioletta, siriano bloccato in Turchia dall’Interpol

Una foto pubblicata su Facebook di Alice Rossini con il cartello Io sono Houda Emma

Una foto pubblicata su Facebook di Alice Rossini con il cartello Io sono Houda Emma
(Foto by Martino Agostoni)

L’uomo nel mese di novembre era stato arrestato in Turchia: il 21 novembre in seguito a una madato d’arresto internazionale emesso dal tribunale di Monza era stato arrestato dagli uomini dell’Interpol. Kharat è già stato condannato a dieci anni dal Tribunale di Monza e poi in Appello a Milano.

L’Ansa riferisce che si troverebbe nel carcere di Rebibbia a Roma, dove è stato accompagnato dopo l’estradizione dalla Grecia. «Ora rivoglio mia figlia, non sappiamo ancora dove sia», ha detto all’Ansa la mamma Alice Rossini.


© RIPRODUZIONE RISERVATA