Trenord, l’odissea dei pendolari: il sindaco di Lissone scrive a Regione Lombardia
Treni ritardi 5 ottobre stazione Lissone - foto di un lettore

Trenord, l’odissea dei pendolari: il sindaco di Lissone scrive a Regione Lombardia

Due giorni consencecutivi di disagi fuori dall’ordinario per i pendolari delle stazioni di Seregno, Lissone e Desio: il sindaco lissonese Concettina Monguzzi ha scritto ancora a Regione Lombardia.

Due giorni consencecutivi di disagi fuori dall’ordinario per i pendolari delle stazioni di Seregno, Lissone e Desio: il sindaco lissonese Concettina Monguzzi ha scritto ancora a Regione Lombardia. Ancora, come già aveva fatto nel mese di marzo insieme ai colleghi di Desio e Muggiò coinvolgendo anche Trenord, chiedendo un nuovo tavolo urgente.

LEGGI Lissone, treni soppressi o strapieni: centinaia di pendolari abbandonati in stazione
LEGGI Trenord, altra giornata da incubo: ritardi e soppressioni in Brianza, pendolari a terra tra Seregno e Lissone

“Con profondo rammarico intendo segnalare la gravissima problematicità della linea Milano-Como-Chiasso nella settimana appena trascorsa, con pesanti disservizi che hanno interessato pressoché quotidianamente i circa 8.000 passeggeri che utilizzano la Stazione di Lissone-Muggiò – scrive - Tale situazione si è ripetuta per tutta la settimana nella fascia oraria destinata allo spostamento da Lissone a Monza, Sesto San Giovanni e Milano, con ritardi e cancellazioni che hanno provocato forte malcontento nell’utenza costituita da studenti e lavoratori. In particolare, già dalle corse delle ore 7 sono stati registrati ritardi che hanno provocato gravi ripercussioni sulle corse maggiormente utilizzate dall’utenza brianzola”.

LEGGI Treni, i sindaci di Lissone e Desio da Trenord: «Intervenire su orari, scelte condivise per migliorare» (marzo 2018)

Sottolineate, in modo particolare, le cancellazioni che hanno riguardato i treni S11 25223 delle ore 7.27 diretti a Milano Porta Garibaldi con ripercussioni registrate nell’arco di tutte le mattinate:

“Nonostante l’accordo raggiunto in fase di tavolo di confronto inerente la linea Milano-Chiasso, anche in queste situazioni di forte criticità non è stata prevista la fermata supplementare del TILO nella stazione di Lissone-Muggiò, elemento che avrebbe quantomeno limitato il disagio dei passeggeri – prosegue il sindaco facendo riferimenti agli accordi raggiunti la scorsa primavera - Rinnovo la richiesta che, in determinate condizioni, i treni diretti possano essere fatti fermare a Desio e Lissone per “recuperare” i ritardi o le soppressioni dei treni delle Linee S9 e S11”.

“L’amministrazione Comunale di Lissone - conclude - richiede la convocazione urgente del “Tavolo di lavoro Milano-Chiasso” in Regione Lombardia per affrontare il tema del servizio ferroviario di Trenord sulle linee S9 e S11 e per individuare soluzioni attuabili nel breve periodo”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA