Trasporti pubblici: il 15 luglio via al sistema integrato, vecchi biglietti validi per 90 giorni
Monza: autobus in piazza Castello (Foto by Fabrizio Radaelli)

Trasporti pubblici: il 15 luglio via al sistema integrato, vecchi biglietti validi per 90 giorni

Conto alla rovescia per la rivoluzione tariffaria dei mezzi pubblici (treni esclusi): dal 15 luglio cambia il sistema con l’introduzione del biglietto integrato per autobus, tram e metro. I vecchi biglietti utilizzabili per 90 giorni.

Conto alla rovescia per il cambio di marcia nel sistema tariffario dei trasporti : dal 15 luglio, ancora in attesa dell’inserimento dei treni, arriva la tariffa unica integrata dei mezzi pubblici. “L’introduzione del un nuovo sistema tariffario a corone prevede innanzitutto l’integrazione tariffaria, ovvero la possibilità di utilizzare con un unico biglietto qualsiasi mezzo pubblico urbano e interurbano bus, metropolitana, tram con un unico biglietto. Il cambiamento coinvolge, nella sua prima fase attuativa, 213 Comuni e oltre 4 milioni di abitanti tra della Città Metropolitana Milano e della Provincia di Monza e, presto, Lodi e Pavia”.

In questi giorni l’Agenzia del trasporto pubblico ha chiarito anche cosa ne sarà dei biglietti già in possesso dei pendolari: i titoli di viaggio già in possesso degli utenti continuano ad essere utilizzabili per 90 giorni con le regole precedenti. “Dopo tale data per sei mesi possono essere sostituiti o rimborsati”. Nei prossimi giorni parte la campagna di informazione programmata da Atm per Milano mentre nelle province arriveranno presto i materiali per spiegare i cambiamenti.

“Nel nuovo modello ogni Comune sarà è assegnato interamente ed unicamente a una singola corona tariffaria. Sono previste una serie di agevolazioni valide su tutto il territorio del nuovo sistema integrato: gratuità per i ragazzi fino a 14 e a partire dai ragazzi (gratis sotto i 14 anni), uno sconto del 25% per i giovani sotto i 26 anni e per gli anziani sopra i 65”. Poi il reddito: abbonamento annuale scontato dell’85% per chi ha un reddito annuale Isee sotto i 6 mila euro. Ulteriori agevolazioni sono inoltre previste per gli abbonamenti mensili e annuali validi solo nell’ambito urbano di Milano. “Altra novità significativa è la possibilità di timbrare il biglietto (all’interno del periodo di validità) tutte le volte che si vuole, su qualsiasi mezzo ed effettuando quanti spostamenti si vuole, anche in metropolitana, entro il 90 minuti di validità comprese le metropolitane”.

Con il biglietto a 2 euro sarà possibile viaggiare a Milano e nei 21 Comuni della prima cerchia, cioè Assago, Opera, San Donato Milanese, Peschiera Borromeo, Segrate, Vimodrone, Bresso, Bollate, Pero, Settimo Milanese, Novate Milanese, Cusano Milanino, Baranzate, Cormano, Buccinasco, Cesano Boscone, Corsico, Cinisello Balsamo, Rozzano, Cologno Monzese, Sesto San Giovanni.

«L’agenzia del Trasporto pubblico locale di Milano, Monza e Brianza, Lodi e Pavia è pronta alla nuova sfida che partirà dal prossimo 15 luglio – commenta il presidente dell’Agenzia Daniele Barbone – Il 4 aprile ha deliberato infatti con l’unanimità dei presenti il nuovo sistema tariffario integrato che mira a incentivare l’uso dei mezzi pubblici da parte dei lavoratori, dei pendolari e degli studenti. Il nuovo sistema tariffario è più conveniente tanto più si usano i mezzi pubblici così da innescare un meccanismo virtuoso che avrà impatti positivi sia sulla qualità dell’aria e sull’ambiente ma anche sull’economia delle singole famiglie grazie alla politica di agevolazioni pensata.»


© RIPRODUZIONE RISERVATA