Tragedia Lamina: il titolare ha risarcito i familiari dei quattro operai morti
Marco Santamaria e i fratelli Giancarlo e Arrigo Barbieri

Tragedia Lamina: il titolare ha risarcito i familiari dei quattro operai morti

Il titolare della Lamina, l’azienda meccanica milanese dove il 16 gennaio scorso sono morti quattro operai, tre dei quali brianzoli, a causa di una fuoriuscita di gas argon nella vasca di un forno, ha risarcito tutti i familiari delle vittime. Per lui la Procura ha chiesto il rinvio a giudizio.

Dopo quelli di Giuseppe Setzu e dei fratelli muggioresi Arrigo e Giancarlo Barbieri, il titolare della Lamina, l’azienda meccanica milanese dove il 16 gennaio scorso sono morti quattro operai, tre dei quali brianzoli, a causa di una fuoriuscita di gas argon nella vasca di un forno, ha risarcito anche i familiari di Marco Santamaria, elettricista buraghese di una azienda esterna, anche lui perito dell’incidente.

LEGGI: Tragedia Lamina, chiesto il rinvio a giudizio per il titolare
LEGGI: L’esperto: «Alla Lamina lacune nella sicurezza»

L’imprenditore, Roberto Sanmarchi, difeso dall’avvocato Roberto Nicolosi Petringa, è accusato di omicidio colposo plurimo con l’aggravante di aver commesso il fatto in violazione della normativa in materia di sicurezza sul lavoro: la Procura di Milano ha chiesto per lui il rinvio a giudizio. A breve verrà fissata la data dell’inizio dell’udienza preliminare. Sanmarchi - secondo quanto riporta l’agenzia Ansa - potrebbe provare a patteggiare la pena.


© RIPRODUZIONE RISERVATA