Sovico: in quaranta per pulire il bosco di Cascina Greppi
Pulizie al boschetto di Sovico (Foto by Elisabetta Pioltelli)

Sovico: in quaranta per pulire il bosco di Cascina Greppi

Una giornata speciale di pulizie nel bosco di Cascina Greppi a Sovico: è successo domenica 18 aprile grazie all’impegno del comitato di volontari locale.

Quaranta volontari di Cascina Greppi ripuliscono l’area boschiva di via Carlo Porta, a Sovico. Una mattinata dedicata all’ambiente quella di domenica 18 aprile che ha registrato la partecipazione di tante persone, giovani e meno giovani, che hanno a cuore il decoro e il rispetto della natura.

Nella zona boschiva del rione sovicese, trovati rifiuti di ogni genere abbandonati da incivili. I volontari del Comitato Cascina Greppi di Sovico ha effettuato gratuitamente il servizio di pulizia (con opere di micropotatura) dell’area boschiva di via Carlo Porta, a seguito di un accordo deliberato dalla giunta comunale. Il Comitato aveva inviato una lettera all’amministrazione comunale esprimendo la volontà di donare gratuitamente al Comune di Sovico il servizio di manutenzione dell’area. Un esempio concreto di come i cittadini possano mettersi al servizio della comunità e del proprio Comune in maniera gratuita e solidale, accrescendo il valore del territorio attraverso interventi di abbellimento e cura.

«A seguito dei lavori di disboscamento dell’area comunale sita tra via per Cascina Greppi e via Porta (ex piattaforma ecologica) - dichiarano i volontari - abbiamo proceduto alla pulitura capillare dei rifiuti e, avvalendoci di professionisti appartenenti al gruppo, ad una prima micropotatura delle piante. Come risaputo, il nostro gruppo è nato proprio allo scopo di mantenere vivo e pulito il rione, soprattutto nella sua espressione principale che è quella della natura e della tradizione». Il Comitato da più di dieci anni collabora con le amministrazioni comunali di Sovico e Macherio promuovendo iniziative di recupero dei sentieri, di pulitura dei boschi e di vigilanza su tutto il quartiere. L’attività si è svolta nel rispetto delle norme vigenti in materia di sicurezza e delle prescrizioni intanto Covid.


© RIPRODUZIONE RISERVATA