Sicurezza a Seregno, controlli rafforzati per l’arancione scuro: 230 persone controllate, 35 multe
I controlli della Polizia locale sabato nel centro storico (Foto by Paolo Colzani)

Sicurezza a Seregno, controlli rafforzati per l’arancione scuro: 230 persone controllate, 35 multe

Controlli rafforzati a Seregno nel primo weekend in zona arancione scuro: controllati le persone in arrivo alla stazione e un gruppo folto di giovani seregnesi in piazza Italia. In tutto 230 persone controllate e 35 multe.

Duecentotrenta persone controllate a Seregno, per un totale di trentacinque sanzioni, elevate nei confronti di chi non aveva titolo per accedere al territorio, considerate le restrizioni agli spostamenti contemplate dalla zona arancione rinforzata, come è oggi la Lombardia, a causa dell’emergenza sanitaria.
Sono i numeri che hanno caratterizzato l’attività del corpo della Polizia locale nel weekend, il primo dopo la rissa in piazza Vittorio Veneto, che il 27 febbraio aveva prodotto l’identificazione di quindici persone da parte dei Carabinieri.

La giornata più delicata, da questo punto di vista, appariva quella di sabato, che ha tenuto a battesimo la nuova ordinanza comunale, che fino al termine del mese di aprile vieta il sabato e la domenica, tra le 15 e le 18, il consumo di bevande alcoliche in piazza Vittorio Veneto e, nelle stesse giornate, ma a partire dalle 17, la vendita per asporto delle medesime bevande da parte di tutti gli esercizi inseriti nel perimetro della zona a traffico limitato del centro ed in corso Matteotti (non solo bar o ristoranti, ma anche minimarket e supermercati).

La gente in circolazione sabato nel centro storico

La gente in circolazione sabato nel centro storico
(Foto by Paolo Colzani)

A resoconto, gli esercenti si sono comportati in modo impeccabile, tanto che non sono stati necessari provvedimenti al loro indirizzo. Differente è invece il discorso per i privati. Grazie alla collaborazione dei Carabinieri, che hanno presidiato in forze la piazza Vittorio Veneto, sabato la Polizia locale ha provveduto ad intercettare in stazione chi scendeva dai treni, per verificare se fossero o meno residenti e. nel secondo caso, se avessero un giustificato motivo per fare l’ingresso in città.

Gli accertamenti sono poi proseguiti lungo il corso del Popolo e nelle piazze adiacenti, con qualche momento di tensione originato dalla presenza di un gruppo numeroso di giovani in piazza Italia, composto da seregnesi, che sono stati invitati a non assembrarsi. L’importo delle trentacinque sanzioni citate è di 400 euro l’una, come indicato dal decreto della presidenza del Consiglio dei ministri in vigore, con sconto del 30 per cento se si effettua il pagamento entro cinque giorni.

I Carabinieri impegnati sabato in piazza Vittorio Veneto

I Carabinieri impegnati sabato in piazza Vittorio Veneto
(Foto by Paolo Colzani)


© RIPRODUZIONE RISERVATA