Seregno: non rispetta il distanziamento sociale, stava vendendo marijuana
Un’auto dei carabinieri di Seregno

Seregno: non rispetta il distanziamento sociale, stava vendendo marijuana

Un 29enne di Lissone è stato sorpreso dai carabinieri a vendere marijuana a Seregno: è stato notato perché non rispettava il distanziamento sociale. Denunciato anche un 41enne.

Tradito dal mancato rispetto del distanziamento sociale: è successo a un 29enne di Lissone che nella serata di venerdì 15 maggio è andato a vendere marijuana a Seregno. L’uomo è stato notato dai carabinieri del radiomobile seregnese nel quartiere Crocione: quando hanno notato due persone a distanza ravvicinata, hanno deciso di controllare. E hanno capito presto perché si trovassero così vicini.

Il 29enne aveva venduto a un seregnese di 41anni 20 grammi di marijuana per 100 euro. L’acquirente è stato così segnalato alla prefettura, come da procedura, come assuntore, mentre il pusher (che aveva altre dosi e 200 euro in tasca) è stato arrestato per spaccio. In tribunale il venditore ha ammesso tutto: per lui la denuncia ma nessuna misura cautelare.


© RIPRODUZIONE RISERVATA