«Risolleviamo Monza dalla mediocrità»: parte la campagna elettorale di Dario Allevi
La presentazione di Dario Allevi (Foto by Fabrizio Radaelli)

«Risolleviamo Monza dalla mediocrità»: parte la campagna elettorale di Dario Allevi

VIDEO INTERVISTA Sabato 25 febbraio la presentazione del candidato alle comunali di Monza del centrodestra: Dario Allevi. Il vicepresidente lombardo Sala: «Risolleviamo Monza dalla mediocrità». Forse primo turno l’11 giugno.

«Questa volta siamo uniti e non ripeteremo l’errore di cinque anni fa» esordisce Dario Allevi, che ha scelto il ristorante Saint Georges premier nel parco di Monza per la presentazione della sua candidatura a sindaco di Monza. Sabato 25 febbraio il giorno del debutto ufficiale circondato dai dirigenti anche regionali dei partiti che lo sostengono: la sua Forza Italia con il coordinatore lombardo Mariastella Gelmini, il segretario della Lega Lombarda Paolo Grimoldi, Paola Frassinelli che guida in Lombardia i Fratelli d’Italia, oltre al vicepresidente della Regione Fabrizio Sala, il capogruppo della Lega nord al Pirellone Massimiliano Romeo e il coordinatore provinciale dei Fratelli, Rosario Mancino.

Tutti al tavolo dei relatori per ripetere la stessa linea della campagna elettorale ormai aperta: Monza, dicono, ha perso cinque anni con il centrosinistra, è il momento di tornare a governare e rilanciare la città. Le stesse parole usate da Allevi qualche giorno fa in un’intervista al Cittadino.

LEGGI l’intervista ad Allevi

«La parola che definisce la città in questi ultimi cinque anni è immobilismo, a partire dalle manutenzioni: sembra una città bombardata - ha detto il candidato alle comunali, che ha poi rivelato che gira voce di un primo turno l’11 giugno - . Senza dimenticate il senso di insicurezza diffuso che la città non ha mai conosciuto prima: fa paura andare a prendere un treno, fa paura passare da un giardinetto. Il nostro primo impegno al governo sarà questo: ripristinare la legalità a Monza. E diremo subito alla polizia locale che il suo compito sarà prima di tutto questo e non dare multe e contravvenzioni».

radaelli Monza Elezioni amministrative 2017 Dario Allevi candidato sindaco centro destra

radaelli Monza Elezioni amministrative 2017 Dario Allevi candidato sindaco centro destra
(Foto by Fabrizio Radaelli)


Per Lega, Forza Italia e Fratelli, Monza è una città chiave, hanno ribadito in molti. Anzi, «fondamentale» ha detto Gelmini. «Caos viabilistico, tasse aumentate, poca attenzione alla sicurezza: Monza oggi è così. E merita altro. Quindi faccio un appello ai monzesi: è una città simbolo, anche per il presidente Berlusconi, e Allevi è la persona giusta per governarla».

«Sono in questa sala le persone che hanno salvato il Gran premio di Monza, è il centrodestra» ha esordito Fabrizio Sala, per il quale la città «va risollevata dalla mediocrità» perché è la terza della Lombardia «ma è governata come un quartiere» («la periferia di Milano che non è mai stata» ha detto Massimiliano Romeo). «Le spetta invece un altro ruolo, quello di capitale della piccola e media impresa e anche della grande imprenditoria» ha detto riprendendo anche le indicazioni di Grimoldi: «Sono tre le grandi cose successe a Monza in questi anni: l’apertura della Villa reale che è stato merito nostro con la giunta Mariani; l’interramento di viale Lombardia che è un progetto delle nostre amministrazioni; il salvataggio del Gran premio che è solo merito della giunta Maroni».

A lanciare la candidatura anche il sindaco dei sindaci di Monza, Pier Franco Bertazzini, in passato preside di Allevi: «Mi auguro che questa giornata di festa sia il preludio di qualcosa che conta. Diventa sindaco e comportati bene».

LEGGI la presentazione di Scanagatti


© RIPRODUZIONE RISERVATA