Paderno, la strage dei semafori con telecamere: più di 1 milione di multe in tre mesi
Semafori con telecamere a Paderno Dugnano - foto Pier Mastantuono (Foto by Redazione online)

Paderno, la strage dei semafori con telecamere: più di 1 milione di multe in tre mesi

Record di entrate al Comune di Paderno Dugnano per le sanzioni comminate dalla Polizia locale nei primi tre mesi del 2016. Più di 1 milione di euro, frutto tutto dei varchi video sorvegliati e dei due semafori intelligenti della città, attivati nel mese di luglio scorso.

Record di entrate al Comune di Paderno Dugnano per le sanzioni comminate dalla Polizia locale nei primi tre mesi del 2016. E la colpa è tutta dei varchi video sorvegliati e dei due semafori intelligenti della città, attivati nel mese di luglio scorso.

Il rendiconto del periodo compreso tra il primo gennaio e il 31 marzo parla di una “cifra-mostre” pari a un milione e 130.853 euro: nell’anno passato l’ultimo conteggio effettuato, riguardante i 9 mesi compresi tra il primo gennaio 2015 e il 30 settembre 2015, parlava di non più di un milione e 181.459. Il dato di fatto evidente è che in 90 giorni si è già ampiamente superato quanto accumulato in gran parte dell’anno passato: il 2015 si era chiuso poco sotto il milione e mezzo di entrate, una quota che dovrebbe essere ampiamente oltrepassata quest’anno, proseguendo a questi ritmi.

Lo stesso periodo dell’anno passato (dal primo gennaio 2015 al 31 marzo 2015) aveva fatto segnare entrate per 365.338 euro. Come facilmente intuibile, i motivi di tale bum sono da attribuire indubbiamente ai maggiori controlli effettuati sul territorio grazie anche all’occhio infallibile delle telecamere: prima l’accensione del videocontrollo all’uscita della Milano-Meda che ha consentito di “pizzicare” automobilisti con revisione e assicurazione scaduta.

Poi, dalla scorsa estate, lungo la Comasina angolo Nazario Sauro e in via Erba angolo Paisiello-Corelli sono entrati in funzione i semafori intelligenti che scattano e sanzionano in caso di passaggio con il rosso.

E qui c’è stato il vero picco di sanzioni: da luglio 2015 le multe in via Erba e lungo la Statale dei Giovi sono proseguite ad un ritmo di circa mille al mese. A questi verbali, ovviamente si devono aggiungere tutti gli altri conseguiti per infrazioni varie del codice della strada. E precisamente: alla data del 6 maggio 2016 nell’archivio del sistema informatico del Comune risultano registrati, relativamente al primo trimestre dell’anno in corso, accertamenti di violazione al codice della strada per un controvalore complessivo di 1.130.853 euro e 56 centesimi. Inoltre, l’Ente ha deciso anche in questo scorcio di anno di istituire un apposito fondo di svalutazione crediti delle somme per violazioni amministrative ritenute di dubbia esigibilità. Cioè un fondo nel quale si prendono in considerazione anche quelle somme che per diversi motivi, difficilmente potranno essere riscosse. Perché i destinatari non sono rintracciabili o altro. Oltre alla riscossione, gli uffici rendono noto che dal primo gennaio sono state notificate sanzioni per 278.803 euro mentre le ri-notificate si assestano sui 31.999 euro. Il pagato tramite versamento su conto corrente è di 337.316 euro cui si devono aggiungere i pagamenti parziali, rateizzati e altro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA