Moto: addio a Mario Bergna, appassionato riferimento della Gilera
Arcore Monza Mario Bergna Gilera

Moto: addio a Mario Bergna, appassionato riferimento della Gilera

Monza e Arcore perdono Mario Bergna, appassionato di moto, dipendente e centauro della Gilera. Novant’anni, monzese doc è stato un punto di riferimento per la casa dei “due anelli”. Funerali martedì a Triante.

Monza e Arcore perdono Mario Bergna, appassionato di moto, dipendente e centauro della Gilera. Novant’anni, monzese doc è stato un punto di riferimento fondamentale per i sodalizi legati al marchio dei due anelli incrociati di Arcore.

La sua prima passione è stata per il pallone: giocava nella ProVictoria di Monza ed è sempre stato tifoso dell’Inter, la squadra di Milano che chiamava orgogliosamente con il suo nome d’origine, l’Ambrosiana. Abbandonato il calcio, si è iscritto per la prima volta alla Federazione Motociclistica Italiana (FMI) nel 1952, sempre fedele al Gilera Club Arcore che, all’epoca, si chiamava ‘Meani e Frigerio’. Ha staccato la sua prima licenza agonistica nel 1954 e, quell’anno, ha debuttato in gara disputando la prova del Campionato provinciale ‘Trofeo Dellorto’ in sella alla Gilera 150 stradale trasformata per la Regolarità.

Arcore Monza Mario Bergna Gilera con i soci dl Registro Storico

Arcore Monza Mario Bergna Gilera con i soci dl Registro Storico

In quell’occasione nacque la prima squadra voluta dal commendator Giuseppe Gilera per partecipare alle competizioni in fuoristrada, squadra composta da Bergna, Giulio Colombo ed Ernestino Pozzoli.
Appeso il casco al chiodo, ha ricoperto gli incarichi di Consigliere, Direttore Sportivo, Vice Presidente e Presidente del Gilera Club Arcore, oggi guidato da Giancarlo Mondonico.

Le sue doti umane e le sue capacità tecniche sono state apprezzate anche dalla Federazione Motociclistica Italiana che, dal 1986 al 2000, l’ha voluto come Assistente Tecnico Sportivo per la Nazionale Italiana di Enduro alle manifestazioni internazionali. Se c’era una gara alla quale partecipava il ‘suo’ Gilera Club Arcore, a lui il compito di preparare le tabelle, a tenere i tempi e a raccontare storie, perché della Regolarità e dell’Enduro è stato una memoria preziosa.

Grande tifoso della Gilera di Arcore, entrò a lavorarvi grazie al figlio del commendator Giuseppe, Ferruccio (suo coetaneo). Varcò per la prima volta il cancello di via Cesare Battisti nel 1952 e nel corso dei 20 anni che lo videro alle dipendenze della casa arcorese, si occupò soprattutto della manutenzione degli impianti.

«Alla famiglia di Mario Bergna, in particolare alla carissima moglie Marisa e al più giovane dei suoi cinque figli Matteo, giungano le nostre più sentite condoglianze – ha fatto sapere il Registro Storico Gilera - Buon viaggio Mario... sempre in sella a una moto Gilera».

I funerali si svolgeranno martedì 12 gennaio alle 15 nella chiesa Sacro Cuore in Triante Monza.


© RIPRODUZIONE RISERVATA