Monza: tre mesi di appuntamenti con Napoleone, il programma degli eventi
Napoleone Bonaparte

Monza: tre mesi di appuntamenti con Napoleone, il programma degli eventi

Presentato a Monza il programma di iniziative culturali che celebrano l’anniversario di Napoleone Bonaparte. Il calendario inizia il 20 giugno con una passeggiata botanica e due conferenze.

“Napoleone riapre la Villa” grazie all’impegno delle associazioni culturali e dei comitati cittadini, una ventina in totale, che da mesi lavorano per preparare la “Rassegna per il bicentenario napoleonico 1821-2021”: succederà a partire da domenica 20 giugno con un doppio appuntamento - una passeggiata botanica (alle 15 e alle 16.45 “Tra passato e presente alla scoperta dei Giardini reali” a cura del Comitato per il Parco Antonio Cederna e dell’associazione Art-U) e con due conferenze, a partire dalle 17.30 nel salone d’onore della Reggia e promosse dalla sezione di Monza e Brianza dell’Associazione Mazziniana (“Napoleone in Italia rivoluzionario o conquistatore”, relatore Antonino De Francesco, docente dell’Università statale di Milano, e “I Napoleonidi nelle carte di Monza”, relatore Paolo Paleari).

GUARDA Bicentenario della morte di Napoleone, Monza crocevia degli eventi
LEGGI L’era di Napoleone dentro la Reggia di Monza: quando la Villa diventò reale

Ma il calendario è ricco e comprende, solo per fare qualche esempio, concerti, laboratori, letture, conferenze e attività per i più piccoli organizzati all’interno della reggia, nei suoi giardini reali, nel teatrino, nelle serre e negli spazi dell’avancorte: fino al prossimo 26 settembre ci sarà solo l’imbarazzo della scelta.

La kermesse - tutti gli eventi sono a ingresso gratuito, con prenotazione obbligatoria - è stata presentata nella mattina di venerdì: presenti i comitati e le associazioni che per mesi hanno lavorato gomito a gomito per raggiungere l’obiettivo di affiancare alla riapertura della reggia iniziative in grado di intercettare gusti e pubblici differenti. A fare gli onori di casa il primo cittadino Dario Allevi e il direttore generale del Consorzio Giuseppe Distefano.

«Da quando il bene è tornato pubblico - ha spiegato Allevi - abbiamo voluto subito impostare il nuovo corso basandoci su una parola chiave: partecipazione. Il progetto che presentiamo questa mattina è straordinario». «Con la manifestazione di interesse che abbiamo lanciato nel mese di aprile per organizzare in maniera partecipata un calendario condiviso di attività per la stagione estiva e autunnale abbiamo voluto proprio lavorare nell’ottica della fruibilità. Abbiamo ricevuto per ora sedici proposte, di queste cinque sono pronte a prendere il via», ha aggiunto Distefano. Una di queste cinque è appunto “Napoleone riapre la Villa”: a coordinare la cordata di comitati e associazioni Raffaella Fossati, presidente degli Amici dei Musei di Monza e Brianza, con la direzione artistica di Ettore Radice, presidente dell’associazione culturale Mnenosyne.

«Ognuno di noi ha messo a disposizione tempo, passione ed entusiasmo, seguendo la propria specifica identità - hanno spiegato, prima di presentare in dettaglio le singole iniziative - Abbiamo voluto offrire il nostro contributo per tornare a valorizzare un bene di fondamentale importanza per il nostro territorio e per le generazioni future: siamo riusciti a farlo grazie alla collaborazione dell’amministrazione e del Consorzio e al sostegno di tanti preziosi sponsor». Dalla sera di venerdì saranno attivi la pagina Facebook e il profilo Instagram “Napoleone riapre la Villa” con tutti i dettagli degli eventi e le informazioni utili alle prenotazioni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA