Monza: tanta (troppa) voglia di gelato. E la distanza sociale scompare
Coda davanti a una gelateria di Monza venerdì 8 maggio

Monza: tanta (troppa) voglia di gelato. E la distanza sociale scompare

Le mascherine ci sono, le distanze sociali no: così è apparsa una vita di Monza nel tardo pomeriggio di venerdì 8 maggio per la coda di fronte a una gelateria.

Non ci sono solo i Navigli di Milano e i suoi aperitivi troppo affollati a creare problemi nell’esordio della Fase 2: la primavera è iniziata, le giornate sono belle, cosa di meglio di un gelato per le strade di Monza? Così hanno pensato in tanti, si direbbe troppi, nel pomeriggio di venerdì 8 maggio, quando in via Sirtori, di fronte a una gelateria, si è creata una coda necessaria per rispettare le misure di sicurezza all’interno. Tutti con la mascherina, da quanto si vede nella foto inviata al Cittadino, ma di certo non sono state rispettate le distanze sociali necessarie, cioè il primo e fondamentale comportamento da seguire per evitare la moltiplicazione dei contagi. Insomma: si può fare meglio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA