Monza stanzia 100mila euro per curare il verde pubblico

Monza stanzia 100mila euro per curare il verde pubblico

Il Comune di Monza stanzia 100mila per la manutenzione straordinaria delle aree verdi in città: potature, piantumazione. E il recupero di tre aree particolarmente degradate.

Percorsi pedonali inesistenti e zone inaccessibili: capita spesso di vedere le aree verdi di Monza degradate e inutilizzabili e, per questo, molti giardini pubblici restano praticamente abbandonati.
I cittadini ogni giorno segnalano al Comune le zone inaccessibili e molte segnalazioni si sono concentrate su tre aree in particolare della città. L’amministrazione ha così deciso di stanziare 100 mila euro per sistemare i percorsi pedonali e il decoro dal quartiere San Fruttuoso alla zona Libertà, passando per San Giuseppe. Tutti i quartieri hanno un’area verde che i cittadini non possono utilizzare.
«Il progetto di manutenzione straordinaria delle aree a verde, arredi, attrezzature e impianti già esistenti si propone di integrare il servizio di manutenzione ordinaria, laddove tali interventi risultano più complessi e di maggiore entità - dichiarano dal Comune - Sono diverse le aree a verde pubblico che, sia sulla base di segnalazioni effettuate dai cittadini sia in merito ai dati dell’amministrazione sulla gestione del patrimonio a verde, risultano ormai limitatamente fruibili per vetustà o vandalizzazione delle attrezzature».

In programma la cura del patrimonio arboreo cittadino, che conta circa 18 mila alberi e che non contempla il Parco di Monza. Il piano delle potature riguarderà 850 piante di media e grande dimensione: una settantina in stato di sofferenza saranno abbattute, circa 130 nuove saranno messe a dimora.

Ma sono tre le aree principali dove si concentrerà l’intervento dell’amministrazione comunale. L’intervento più consistente è quello che prevede la riqualificazione in via Puglia (in zona San Giuseppe, nella zona della ex circoscrizione 4), per la quale si prevede il ripristino del camminamento pedonale di quartiere all’interno dell’area, sconnesso in alcuni punti a causa delle radici degli alberi che stanno ai bordi del percorso che collega via Puglia e via Lucania e la ridistribuzione più razionale dei percorsi, in vista di un successivo intervento sulle aree gioco e la sostituzione ed integrazione degli arredi (panchine, tavoli pic nic e cestoni raccolta rifiuti). Cambia il quartiere, ma non cambiano le esigenze dei cittadini: il secondo intervento è previsto in via Gallarana - via Correggio al confine tra il quartiere Libertà e Cederna.

In questo caso verrà realizzato un percorso pedonale che, attraversando un campo incolto di proprietà comunale, collegherà la zona della scuola Anzani di via Gallarana e l’area dell’Inps in via Correggio. In questo modo si andrà a creare un “corridoio verde” che unirà le due strutture attraverso il parco pubblico di via Gallarana.

Infine verrà riqualificata l’area cani tra le vie Tirso e Po nel quartiere San Fruttuoso. Qui si prevede un nuovo camminamento pedonale di quartiere (a più riprese sollecitato in passato dagli ex consiglieri della circoscrizione 4) che consentirà di collegare le due vie, evitando ai pedoni di attraversare la pericolosa strettoia di via Po. Con questo intervento si separerà anche l’area cani da un orto di proprietà privata.


© RIPRODUZIONE RISERVATA